Progetto Vista Triathlon ORO M1 con Gobatti a Jesolo e ARGENTO M3 by Scalabrini a Endine/ E Banzato 9° a Cervia dove Alex Zanardi è WR


24/09/2019

Confrontarsi con atleti di livello internazionale è motivo di crescita per gli atleti della Progetto Vista Triathlon, la società rodigina di patron Daniele Toffoli, che nel week end è stata impegnata su tre fronti: Jesolo, Cervia ed Endine.
Basta pensare ai protagonisti di Cervia , la kermesse che ha visto il successo dell'australiano Cameron Wurf col tempo di 7 ore, 46 minuti e 54 secondi, davanti allo sloveno Jaroslav Kovacic e a Giulio Molinari, 31 anni, pluricampione europeo.
Mentre sul podio femminile hanno dominato le atlete tedesche: vedi winner Caroline Lehrieder (8.48.23), seconda Jenny Schulz (8.56.39) e terza Mareene Hufe (9.02.12).
Protagonisti noti perché di livello assoluto, come Alex Zanardi che a Cervia ha completato due corse ironman in due giorni e per di più nell'Ironman Italy Emilia-Romagna ha stabilito il nuovo record del mondo paralimpico.
Come ben spiega il reportage trasmessoci by PVT con riferimento anche alle performance specifiche dei suoi atleti, sia a Cervia che a Jesolo e dal lago di Endine in Val Seriana.

MAIN NEWS ( by PVT, mail 24.09.2019) /DOPPIO PODIO BY PVT CON GOBATTI ORO M1 A JESOLO E CON SCALABRINI ARGENTO A ENDINE/ BENE BANZATO TOP TEN A CERVIA…

Progetto Vista Triathlon piazza l’acuto con Stefano Gobatti, primo di categoria a Jesolo, e Paolo Scalabrini secondo a Endine. Molto bene anche Luca Banzato nono di categoria a Cervia e Mattia Luppi e Samuele Craparotta sempre a Cervia.
CERVIA ha ospitato per la terza volta l’Ironman, la gara sportiva di triathlon più estrema. Circa 3000 atleti da 98 nazioni del mondo che sono approdati nella cittadina romagnola per sostenere in un’unica giornata, sabato 21 settembre, le classiche tre prove: nuoto (3,8 km), bicicletta (180 km) e corsa (42,2 km). Gara che ha visto il successo dell'australiano Cameron Wurf che ha completato la prova in 7 ore, 46 minuti e 54 secondi, al secondo posto lo sloveno Jaroslav Kovacic e alle sue spalle l’italiano: Giulio Molinari, 31 anni, pluricampione europeo.

 

Sul podio femminile si confermano tre atlete dalla Germania: Caroline Lehrieder (8.48.23), in seconda posizione Jenny Schulz (8.56.39) e terza Mareene Hufe (9.02.12).
La grande impresa l’ha comunque compiuta Alex Zanardi che ha completato due corse ironman in due giorni e per di più nell'Ironman Italy Emilia-Romagna ha stabilito il nuovo record del mondo paralimpico.
Sabato hanno gareggiato per Progetto Vista Triathlon, dunque Mattia Luppi e Samuele Craparotta che si sono comportati benissimo, Luppi nella categoria 40 anni si è piazzato al 67esimo posto con il tempo di 10h03’46”, mentre Craparotta nella categoria dei 45 anni ha conquistato la 59esima piazza con il tempo di 10h06’31”.
Domenica è stata la volta di Luca Banzato che si è cimentato nell’Ironman 70.3 terminando la sua fatica nel tempo di 2h 28' conquistando la nona piazza di categoria.

 

Sempre domenica Stefano Gabatti è sceso in gara a JESOLO per lo Sprint Ligerman Triathlon. Il forte atleta polesano ha fermato il cronometro sul tempo di: 1h07’13”40 che gli è valso la vittoria nella categoria M1 e la 34esima piazza in classifica generale
Nella stessa giornata ancora un podio per Progetto Vista Triathlon con il tecnico e atleta Paolo Scalabrini che ha gareggiato al Triathlon Olimpico del Lago di Endine e Val Seriana bissando il secondo gradino del podio di categoria, M3, che già aveva conquistato al Suviana Lake Triathlon. Scalabrini ha fermato il cronometro sul tempo di 2h38’31’60. In classifica generale ha ottenuto la 29esima posizione.

 

EXTRATIME by SS/ In cover Stefano Gobatti sul podio di Jesolo come 1° cat M1, orgoglio Progetto Vista Rovigo.
Quindi in apertura di fotogallery partiamo da Cervia col tandem Samuele Craparotta e Mattia Luppi, cioè triathlon IRONMAN griffato PVT Rovigo.
A seguire vi proponiamo tutto il podio di Endine, categoria M3, segnalando come medaglia d’argento Paolo Scalabrini, mentre come foto dulcis in fundo vi riproponiamo, stavolta in versione panoramica, Stefano Gobatti golden medal M1 sul podio di Jesolo, orgoglio della società rodigina.

Sergio Sottovia
www.polesinesport.it