Rizzi-Delta 2000 fa tris e Rovigo fa poker a Este, ma Adriese spreca rigore. Tutto ok in Promozione il trio Lapecer, Union At, Porto Viro


11/04/2011

E Trombin fa gol al 91'. Che domenica ragazzi! Sarà perché ero senza voce e sono rimasto a casa, ma Delta Radio mi ha dato tante emozioni in diretta dai campi. E qualche sorpresa pre-pasquale, come la sconfitta –secca dello Scardovari in casa e la vittoria al 90’ della Tagliolese nel derby a Cavarzere, con Trombin match winner dopo che aveva sprecato il rigore del 2-0.
Ma si può dire che lo spettacolo dei fuochi d’artificio le polesane l’abbiano ‘mostrato’ sopra tutto in trasferta.
Intanto ci ha pensato, in SERIE D,  il Rovigo di mister Parlato a bissare Venezia andando a sciorinare uno scoppiettante 4-2 in casa dell’Este. E pensare che in avvio ci ha pensato Carani, il figlio del ‘gringo’ di uno storico Rovigo,  a portare in vantaggio i padovani. Poi è diventato incontenibile il Rovigo e con Elitro, Stentardo, Doukara e Zanardo ha confezionato il 4-2 definitivo che fa sperare perfino ai play off.
Lasciando stare le recenti vicissitudini societarie (che però durano da un anno) , ci piace pensare che se il Rovigo di mister Parlato fosse stato ‘tranquillo’ adesso sarebbe là in vetta a fare lo sprint assieme al Treviso.
Perciò pensiamo positivo e che i recenti ‘accordi tampone’ tra presidente Scerra e la squadra hanno galvanizzato delle potenzialità già esistenti e che alla fin fine vede il Rovigo a -4 dal Tamai e quindi (quando mancano 3 giornate al termine) con ancora qualche residua chance per agganciare i play off.
Questo sul campo e in questo finale di stagione 2010-2011, mentre a livello societario il futuro è ancora tutto da decifrare.

 


 

 

Per quanto riguarda la ECCELLENZA, beh la superstar Delta 2000 ha ritrovato uno splendido Emanuel Rizzi. Sua infatti la tripletta che ha confezionato il 3-2 sull’Ardita in quel di Moriago della Battaglia. Insaziabile il ‘cannibale’ Delta 2000, tant’è che il ds Argentino Pavanyti ha dichiarato :<< Abbiamo in testa oltre che l’imbattibilità anche l’obiettivo dei 70 punti e poi ci prepareremo per la finale per il titolo con il Sarego>>.
Questo è il CALCIO che piace, quello che tiene conto dell’orgoglio di un territorio, al di là dei pissi pissi bau bau che le recenti dimissioni dell’Ad Alcide Mancin hanno ‘sturato’ dal vaso di pandora, per esigenze …logistiche/impiantistiche.
Ecco infatti ciò che ha dichiarato sempre Pavanati ds su La Voce di Rovigo:<< Anche per onore ai nostri numerosi tifosi, il nostro volere è quello di giocare la serie D a Porto Tolle, se poi ci sarà da andare in campo neutro per i primi incontri non è una tragedia>>
Altri discorsi, noi come Pavanati, …non li prendiamo neppure in considerazione. Preferiamo piuttosto segnalare che su Il Gazzettino il guru del calcio dilettantistico veneto Pino Lazzaro ( sì, quello che ha giocato nel Grande Contarina)  lo ha onorato, nel suo canonico “L’Angolo” con una ‘delicata’ intervista dal titolo “ Zuccarin, il mago delle promozioni” e come sottotitolo “ L’allenatore del delta 2000 conquista la “D”:<< Ma continuo a lavorare in un’azienda agricola>>.
Insomma …dal fiume al delta del Po… l’acqua scorre lenta come la storia, quella che fra 10 anni il sottoscritto racconterà del Personaggio Story Fabrizio Zuccarin, ma soltanto a consuntivo e di sicuro ‘senza enfasi’ com’è nel dna dell’allenatore/fratello dei giocatori.

 

 

 

Nel frattempo, sempre in ECCELLENZA, l’Adriese ultima ha sfiorato il ritorno alla vittoria. Sì perché in trasferta contro la Feltreseprealpi è finita 0-0 ma baby Masiero si è fatto parare il rigore dal portiere Doro. Peccato perché l’Adriese avrebbe sprintato a -3 dal Rossano e le speranze salvezza sarebbero state maggiori.
Tutto bene invece per le polesane in PROMOZIONE, innanzitutto perché nessuna ha perso. E poi perché se in vetta il Pozzonovo ha vinto (3-0 sul Thermal Ceccato) anche il Lapecer del presidente Luca Pavarin ha fatto altrettanto, vincendo in sorpasso per 2-1 in casa del forte Saonara Villatora ( gol di Valentino Bergo ‘lesto e furbo’ e Anastasio Marzola  - staffilata appena prima del riposo). Per quanto riguarda il gran derby polesano tra Union At e Porto Viro, beh è finita 0-0 ma la battaglia c’è stata tutta e alla fie si può dire che han vinto tutti in chiave play off.
Tutto questo è successo sul campo di Bagnolo di Po dove l’Union è ritornata a giocare per la prima volta quest’anno e dove prima del match è stato presentato il libro di Sandro Partesani “Una cavalcata in biancoblù… Union, un anno ad alta tensione”. Quale? Quello delle vittoria storica 2009/10 e del salto in Promozione. Una storia nella storia, quella di Sandro Partesani, colui che su “la Voce di Rovigo” ci ha regalato tante storie frutto di passione e ricerca, onorando personaggi ed eventi che ho messo nel mio archivio/story perché solo uno scrittore metà pirata metà artista, poteva caratterizzarli così alla Moustaki in punta di penna conoscendone il background.
Per quanto riguarda invece il Loreo, dico che l’aver agganciato il 2-2 in zona cesarini va pur considerato un merito visto le tante assenze della vigilia. Non erano appunto di poco conto le assenze di Camalori, Tiozzo, Fracasso, Boscolo Sale  Per questo onore al Loreo di mister Augusti che ha peraltro agganciato il 2-2 contro la Legnarese con Codignola soltanto al 91’. E così il Loreo resta ultimo a -1 dalla Legnarere e coi rientri può puntare a fare sorpasso –salvezza sui padovani e sperare nei play out col tridente Murtisi, Codignola e Crepaldi in campo assieme nell’ultima mezzora di gioco.

 

 

 

 

 

Scendendo in PRIMA CATEGORIA qui c’è stato qualche scossone nella zona alta. Infatti la vittoria della Tagliolese di Franzoso  (2-1all’ultimo istante con match winner Trombin) in casa del Cavarzere di Pianta ha messo le ali al Casalserugo che (winner per 1-0 sulla Villanovese)  vola a + 4 sui veneziani. E ancor più a + 6 sullo Scardovari di mister Maistrello malauguratamente sconfitto in casa per 2-0 dal forte Boara Pisani di mister Selleri ( in gol Bertante su rigore e Aguiari, entrambi nella ripresa). Bisogna proprio dire per i padovani, da quando è arrivato Max Esposito, la corsa verso i play off è diventata …realtà, anche se il Maserà alle sue spalle non demorde ( 5-1 in casa del Porto ultimo).  Esce dal giro invece l’Altopolesine che ha solo pareggiato 1-1 in casa contro il Nova Gens, col rammarico di aver speso peraltro energie nella semifinale persa peraltro in settimana contro la Robeganese nel Trofeo Veneto.
Passando in zona play out, qui ha raggiunto già la matematica salvezza la Fulgor Frespino della troika Guidorzi –Napoli -Fabbri  che sul neutro di Gavello ( a Crespino sono in rifacimento gli spogliatoi) ha liquidato per 2-0 i veronesi del Vigo grazie alle reti by Di Vico e Grandi e alle paratone di Crivellari che nei tabellini di Daniele Cestari su La Voce di Rovigo si è meritato il 7,5 come match of the match. Male invece ancora il Badia penultimo e subissato da un largo 5-1 in casa de La Rocca

 

 

 

E nei due gironi di SECONDA CATEGORIA? Nel Girone I, la già promossa Stientese ha pareggiato 1-1 col Santa Sofia e festeggiato in casa. Per quanto riguarda le 4 dei play off i nomi sono già noti. E cioè Castelbaldo Masi ( winner 1-0 in casa della Lendinarese), l’Arquà ( pur sconfitta 1-2 contro il San Pio X), il Bellellieng Gaiba ( winner 1-0 in casa della Fluminense) e lo Stroppare che ha …stoppato le pretese del Canaro (0-0 in Polesine).
In zona play out adesso il Grignano pareggiando 1-1 col Frassinelle adesso è salito a +3 sul Deserto fanalino di coda che in casa dell’Eridano ha perso per 5-3.
In definitive tre posti sono già prenotati e sono Grignano, Fluminense ed Eridano, mentre per il quarto la corsa è a due, tra le appaiate Frassinelel e San Pio X entrambe a quota 34, anche se il Costa ( 1-1 a Boara Polesine) non può ancora dirsi del tutto salvo.
Non definita invece nel girone L nà la leadership e né la griglia play off.
In vetta infatti c’è l’Arzergrande che ha pareggiato 1-1 in casa della Santangiolese, ma ad un solo punto è salito il Pontecorr per effetto del 3-2 vincente in casa del Rosolina.
In zona play off sono invece già accasate le polesane San Vigilio e Bottrrighe che guarda caso domenica nel derby in riva dl Po hanno pareggiato 0-0. Per mister Casilli e mister Nasti quindi obiettivo centrato, come quasi la Santangiolese che però deve stare attante ai Blucerchiati ora avvicinatisi a -2 per effetto della vittoria per 2-0 sul Pettorazza (doppietta di Bertaglia).
Tutto invariato invece sul fondo , visto che lo Zona Marina ha patito l’1-0 interno contro il San Pietro e così resta a -1 dal Rosolina di miste Astolfi.
Per quanto riguarda la TERZA CATEGORIA/ROVIGO la capolista Fiessese si è confermata rullo compressore per il 5-1 (tripletta di Davide Carrieri)  rifilato al Duomo, mentre il Papozze è sempre più secondo dopo la vittoria per 3-0 in casa del Due Torri (doppietta di Bovolenta).
Chi rischia di inguaiarsi è invece La Vittoriosa che ha perso per 2-1 a Roverdicrè e così si è fatta agganciare al terzo posto sia dagli avversari che dal Polesella che ha impattato 0-0 in casa della Turchese. Qualche residua speranza ha pure il Ficarolo perché ha vinto 3-0 a Villadose e perché ha agganciato la Turchese a -2 dalla griglia play off.
Per il Baricetta winner 5-1 sul Buso è la conferma di una ottima stagione da matricola.
Da segnalare altresì la vittoria esterna del Granzette per 2-1 in casa del Salara e quella interna del Guarda Veneta per 2-0 sul Pontecchio.
Nella TERZA CATEGORIA/ PADOVA inceve non ha vinto il Cà Emo perché …era a riposo, mentre il San Martino pur essendo fuori dai giochi play off  ha vinto per 1-0 sull’Atletico Terrazza, come ha vinto peraltro il Beverare per 2-1 sul Pernumia. In un girone dove è noto lo strapotere de l’Azzurra Due Carrare , anche se ha solo pareggiato 1-1 col Montagnana.
Infine nella TERZA CATEGORIA/ VERONA, c’è da registrare il pareggio della polesana Bergantino (penultima)  per 2-2 col Vallese, in un girone dove la Cavalponica ha già stravinto.

 

 

 

EXTRATIME/ La cover è per Diego Tumiatti (indimenticabile “Campione & Signore”) in foto archivio in tandem con Paolo Guidorzi attuale presidente della Fulgor Crespino che , grazie al ds Gigi Napoli e a mister Luca Fabbri, ha già concretizzato anzitempo l’ennesimo miracolo salvezza. Poi nella fotogallery onoriamo il Delta 2000 di questa annata strepitoso in formato poster. In sequenza mostriamo la foto ospiti in tv “Prima Free” della settimana scorsa con da sx, Giovanni Cannella ‘cronista’ Delta Radio, la Galiazzo presidente del San Pio X,  Franco Fredini presidente del Frassinelle, Salvatore Binatti gran conduttore Delta Radio e Prima Free, Gigi Patrian , il giocatore Tiberto della Villanovese, Luca Pavarin presidente del Lapecer e il sottoscritto Sergio Sottovia. E in questa settimana di riposo e pasquale onoriamo www.polesinesport.it con la certificazione dei già raggiunti 50.000 contatti e quasi il doppio di pagine viste. Come onoriamo Sandro Partesani in flash & blow up ‘alla Ghandi’  ritratto dal sottoscritto l’anno scorso nel ‘dì di festa’ targato Union At, sul tappeto ‘verde speranza’ di Bagnolo Po. E come onoriamo Samuele Paganin mister dei Blucerchiati , sulla torretta ‘stampa’ a Porto Tolle durante uno dei tanti ‘grandi torneo giovanili nazionali’ targati Delta 2000. Una torretta ‘storica’ come la cavalcata solitaria della ‘squadra’ del presidente Mario Visentini & mister Fabrizio Zuccarin & Company, cioè tutti i nomi dei giocatori leggibili nella foto poster.  



Sergio Sottovia
www.polesinesport.it