Rovigo e Adriese ko, Delta cala il tris, Porto Viro & Lapecer leader. Al Badia il derby vs Villanovese. Pari Tagliolese - Fulgor Crespino


27/09/2010

Non subire reti fa volare. Vale per il Delta 2000, ma anche per il Porto Viro e il Lapecer. Così il Delta 2000 è l’unica squadra a quota 0 reti subite in ECCELLENZA, ed è secondo alle spalle del solitario Vittorio Falmec che ha l’attacco più prolifico della girone B. E così in PROMOZIONE il Lapecer che è tutt’ora imbattuto è comunque tra il quintetto dei fuggitivi anche se ha segnato solo 2 reti e per di più su palle ferme ( punizione di Vigorelli e rigore trasformato da Grassi). Quasi un paradosso, tutto questo, perché si sa che solo segnando si vince, e alla lunga solo segnando tanto si può …volare più in alto di tutti. E da questo punto di vista , per quanto riguarda il girone C di Promnozione, stanno sicuramente meglio in prospettiva il prolifico Thermal Ceccato Abano che di gol ne ha segnati 5 senza subire reti, ma anche il tandem Porto Viro e Camponogarese che di gol ne hanno segnato 4 subendone 1, mentre il Pozzonovo ne ha segnati 3 subendone 1.

Estrapolando il concetto, ecco che allora in SERIE D il Rovigo,  che di gol ne ha fatti 5 e subiti però altrettanti, non può certo avere le stesse aspettative della capolista Treviso, che guarda caso sabato prossimo (c’è l’anticipo per esigenze televisive Raisport) sarà ospite allo stadio Gabrielli. Purtroppo nella trasferta di Tamai nel pordenonese il Rovigo di mister Parlato ha sprecato troppo ed è stato poi punito in sorpasso nel finale di gara, dopo essere andato in vantaggio al 15’ pt grazie a bomber Sabatini. Ma va sottolineato che è stato un buon Rovigo sul piano del gioco tant’è che il dg Andrea Pasquali ha precisato a fine gara su La Voce di Rovigo:<< La gara senza dubbio l’ha fatta il Rovigo, che ha fallito almeno 4-5 limpide palle gol. … Il Rovigo non avrebbe meritato di perdere. Dobbiamo migliorare in fase realizzativa. Ma non sono preoccupato, considerato che abbiamo due giocatori del calibro di Sabatini e Zaccardo. Il primo nella passata stagione con 19 reti è stato il capocannoniere del girone, il secondo lo ha seguito a ruota>>.

In ECCELLEZZA è stato il Delta Day grazie a ‘Mino’ Marangon che ha inventato subito uno slalom gol, poi completato dal rigore firmato santa terra e dal  terzo gol di Cavallari per il rotondo 3-0 sulla Marosticense. Tutto questo nello stadio ‘Moreno De Bei’ dove peraltro i cugini pescatori dello Scardovari di mister Carnacina erano stati ‘qualche anno fa’ protagonisti nella stessa categoria, giocando partite prestigiose anche contro il Venezia.
Restando però alla ‘storia attuale’ segnaliamo la sconfitta invece dell’Adriese di mister Silvano Tumiatti al Bettinazzi , dove è stata battuta per 2-1 dal forte Giorgione. Questo il rammarico del mister ai taccuini di Luigi Franzoso :<< Abbiamo giocato a testa alta, ci hanno penalizzato gli episodi. Avevamo studiato bene la partita e tutto andava per il verso giusto, poi è arrivata quella punizione… Non do colpe ai singoli, non lo faccio mai, ma posso dire che il collettivo si è comportato nel complesso molto bene. Sono soddisfatto…>>
Coloro che invece hanno motivo di essere soddisfatti sono mister Edoardo Cleto del Porto Viro e mister Diego Grassi del Lapecer, perché vincenti e capoliste in PROMOZIONE , alla pari del Thermal Ceccato Abano, Camponogarese e Pozzonovo.
Soddisfatti anche se entrambi i mister si aspettano qualcosa di più dalle loro squadre. Resta il fatto che il Porto Viro ha superato per 2-0 il Saonara Villatora ( autorete di Varotto e gol di Beccati citato da Andrea Battiston come ‘match winner  e immenso’ per aver fatto reparto offensivo da solo, giocando una quantità di palloni indecifrabile per far salire gli esterni’. Come resta il fatto che il Lapecer ha sì segnato solo su rigore contro il Noventa Pd, però ha ribadito di essere impenetrabile in difesa e non solo perché c’è il tandem Pavarin-Gregnanin che pare una roccaforte, ma perché ( la partita l’ho raccontata in diretta per Delta Radio)  fa buon filtro a centrocampo con Bergo e Vigorelli, mentre Anastasio Marzola è ‘comunque’ stato pericoloso in zona gol e bravo a guadagnarsi il rigore sull’assist di Desiderati. Intanto la terza polesana del girone, l’Union At ha raccolto il suo primo punta da matricola della categoria, pareggiando 2-2 contro il Gazzera Olimpia Ghirignago. Intanto in settimana ci sarà mister Stefano Turetta (ex Atheste) sulla panchina lasciata vacante da Nadir Bressan. Chi invece resta a quota 0 è il Loreo di mister Rodighiero, che in casa della forte Camponogarese ha perso per 2-1 malgrado l’esordio di Murtisi e benché fosse andato in vantaggio con Matteo Codignola al 24’st. Peccato perché il Loreo ha perso ‘tutto’ nei 10 minuti finali.

Giornata quasi tutta negativa per le polesane in PRIMA CATEGORIA. Infatti l’unica vittoria è stata quella del Badia di mister Tibaldo che ha vinto per 1-0 il derby contro la Villanovese di GP Zanaga grazie al match winner Salvadori al 30’st. Peccato per la Villanovese, ma con Nonnato, Toffalin e Finardi ha sprecato le occasioni del pareggio, e allora …vince chi segna. Fermo restando che ha riposato l’Altopolesine di mister Cestari, va sottolineata la sconfitta dello Scardovari di mister Maistrello battuto per 1-0 (gol del ‘noto’ Alberto Trevisan) in casa dell’Atheste Pd, mentre il derby polesano tra la Tagliolese di mister Franzoso e la Fulgor Crespino di mister Fabbri è finito 1-1 per buona pace di …entrambi i colori giallorossi. Anche perché nel suo commento il ‘cronista di Delta Radio’ Giovanni Canella ha raccontato di ‘ derby mediocre tra due squadre che hanno annoiato il pubblico presente al comunale di Taglio di Po”, dove al vantaggio ospite con Di Vico ha risposto bomber Trombin per il pareggio locale.
Per tutto questo in vetta c’è la veneziana Cavarzere che in trasferta ha rifilato un esorbitante 5-1 ai veronesi del Porto, e c’è la padovana Casalserugo che sempre in trasferta è andata a vincere per 3-1 sul Nova Gens. Brutta caduta casalinga invece per il Boara Pisani di mister Raimondi battuto 2-0 dai veronesi del Vigo di mister Malaman, mentre il derby padovano tra Maserà e La Rocca è finito a reti bianche.
Scendendo in SECONDA CATEGORIA, onore al merito nel GIRONE L, al CMP RIVER TEAM BOTTRIGHE perché la squadra di mister Nasti ha sbancato Arzergrande per 2-0 (gol Selvatico e Brigato)  ed è capolista a punteggio pieno, assieme alle padovane Pontecorr ( 4-0 esterno sul Casone Legnaro)  , Santangiolese ( 1-0 sul Virtus Agna) e l’Arre di mister Samuele Broggio che ha battuto lo Zona Marina per 2-1 ( doppietta di Marcato che ha reso inutile il gol di Bertaggia). Si ripropone vincente intanto il San Vigilio  di mister Casilli con la cinquina secca rifilata ai padovani del Battaglia ( doppietta di Bergo e gol di Rossi, Callegaro e Rocchi).
Per quanto riguarda invece i Blucerchiati di mister Samuele Paganin va sottolineata la vittoria esterna per 3-1 ( in gol Passarella M., Bertaglia e Ferro M.) in casa del Cartura , mentre il Rosolina di mister Astolfi si ritrova ancora a quota 0 perché surclassato 7-1 a Pettorazza ( doppiette di Bellin e Celio).
Per la cronaca il fanalino di coda Zona Marina è addirittura a -1 per la nota penalizzazione Figc.

Passando nel GIRONE I , qui le polesane sono in stand by. Infatti in vetta solitaria c’è la padovana Stroppare ( 3-2 sul Deserto) mentre a quota 4 c’è il trio polesano Costa, Canaro e San Pio X assieme al Castelbaldo Masi. Questo perché il Costa ha pareggiato 1-1 con la Stientese ( gol ospite di Federico Ballerini e pareggio locale di Coviello). Perché il canaro di mister Mura è riuscito a sbancare Frassinelle per 3-2 grazie alla supertripletta di Travaglia ( per i locali in gol Pizzo e Giangiacomi) E perché tra San Pio X ed Eridano è finita 2-2 con i locali Ssegantin e Loro che hanno ‘pareggiato’ le reti ospiti di Fioravanti e Giammei – rigore. La sorpresa negativa è stato comunque il Boara Polesine messo ko dall’uno-due di Destro e Olimpio che ricandidano perciò la Bellelling Gaiba per un …posto al solo oltre i 3 punti attuali in classifica. Là dove ci sono anche Santa Sofia di mister Di Lena per effetto del largo 4-1 (doppietta di Poletto e gol di Marchesin e Cipriani) in casa della Fluminense.. Là dove è rimasto l’Arquà di mister Saterri perché battuto per 2-1 a Castelbaldo Masi. Là dove ( sempre a quota 3) dove è salita al Lendinarese di mister Turcato, perché ha liquidato 3-0 (Rossi, Petrosino, Andriotto) il Grignano di Pinato.
Per tutto questo, finora la sorpresa negativa è il Frassinelle che si ritrova ultimo a quota 0 assieme ai padovani del Deserto.
TERZA CATEGORIA/ Se nella Terza “PADOVA GIRONE D” il San Martino è capolista, altrettanto lo è il Bergantino nella “TERZA VERONA GIRONE C” , così come nella “TERZA ROVIGO GIRONE A” la vetta è appannaggio del trio polesano Pontecchio, Fiessese, Papozze.
Tutto perché il San Martino di mister Flavio Pigato e del presidente ‘Icio’ Sattin ha sbancato il Tribano per 2-1 grazie al tandem d’attacco Granziero – Garzin. Da sottolineare comunque anche la prima vittoria del Cà Emo di mister Bernardinello per 3-1 (doppietta di Boscolo e gol di Grigolo) sull’azzurra Due Carrare. Invece ha perso la terza polesana, cioè il Beverare che ha perso 3-0 in casa del Redentore.
Nel girone veronese, l’unica polesana è il Bergantino di mister Perboni e bisogna dire che ..è leader a quota 6 per aver sbancato 2-0 Bonferraro ( reti di Coppola e Garosi).
Concludiamo infine la nostra panoramica settimanale con la TERZA CATEGORIA ROVIGO, dove abbiamo citato il trio di testa Pontecchio, Fiessese, Papozze. Alla grande la vittoria della Fiessese di Pietro Marzanati: 5-0 in casa del Due Torri , doppietta di Gramegna e gol di Masin, Carrieri e Marangoni. Quasi altrettanto eloquente il 3-0 del Pontecchio di Jankovic: 3-0 a Villadose grazie alla doppietta di Toffano e al rigore trasformato da Rizzi. Idem alla grande la vittoria del Papozze di mister Alessandro Mantoan: 3-0 sulla Turchese grazie ai gol di Benazzi, Scaranaro e Contato. Alle spalle del trio di testa c’è il tandem composto da La Vittoriosa di mister Pincelli e il Roverdicré di mister Federico Caniato.  Tutto perché La Vittoriosa ha sbancato per 2-0 il Buso di mister Capuzzo, mentre il Roverdicrè ha impattato 0-0 in casa della Giovane Italia Polesella di mister Thomas Prearo.  Da sottolineare, ma si presume fuori corsa, la vittoria della matricola Baricetta di mister Mario Ferro che grazie a match winner Denis Tomasini ha sbancato il Duomo di mister Bonvento. Salomonico infine il pareggio 2-2 tra Granzette e Guarda Veneta (doppietta locale di Trevisan e reti ospiti di Carrieri e Rizzo-rigore), aspettando i risultati dl posticipo Ficarolo – Salara.
ESTRATIME/ La foto d’apertura è dedicata a mister Edoardo Cleto, perché è stato nella storia polesana prima al Rovigo e poi all’Arianese. Quindi la fotogallery propone il Delta 2000 in foto poster 2008-09 perché la prima stagione dell’escalation.targata Mario Visentini presidente e Fabrizio Zuccarin allenatore. E a scalare due foto repertorio della passata stagione. Prima i biancazzurri del Badia allora allenati da Alessandro Zennaro e poi i gialloblu del Bottrighe allenato da mister Fabrizio Biasiolo. Due squadre all’insegna della continuità dal punto di vista dello satff dirigenziale anche se hanno cambiato allenatore.



Sergio Sottovia
www.polesinesport.it