Salvatore Binatti & “26^ Tappa” del Calcio Tour 2014/ Ai “Blucerchiati” di president Franco Bresciani e mister Samuele Paganin/ Tra memoria Cà Venier e futuro targato Porto Viro con ...amarcord Donada & Contarina


16/04/2014

A volte ritornano. Così dopo due ‘escursioni’ in terra padovana ecco il ritorno di Salvatore Binatti col suo Calcio Tour in casa Blucerchiati. Tutto come prima, per quanto riguarda i ‘friend’, vale a dire i giocatori e lo staff tecnico societario. Ma di tutto questo vi parla direttamente Salvatore nel suo diario-reportage su quella che è la 26^ tappa stagionale, ma che affonda le radici nel noto “progetto” messo in moto l’anno scorso e che complessivamente è già giunto alla 46esima puntata.

 

 

Per parte nostra la consueta integrazione “flash story” si rende ancor più necessaria non fosse altro per il fatto che recentemente i Blucerchiati del presidente Franco Bresciani hanno cambiato casa. Infatti il loro campo di gioco ufficiale non è più Cà Venier, ma Porto Viro dove tra l’altro lo stesso Bresciani è stato gran dirigente nel ‘grande’ Donada e ora ripartendo coi Blucerchiati sta riaprendo la pagina della storia del Calcio a Porto Viro ( amarcord il Grande Contarina e il grande Donada) ,  visto che … tutto si era fermato alla fine dello scorso campionato di Promozione quando il Porto Viro ha detto stop e patron Lino Ponzetto ha scelto di proseguire la sua avventura calcistica soltanto col Papozze il Prima categoria.

Ecco perché in Appendice News vi proponiamo due flash significativi, il primo relativo ai Blucerchiati, il secondo relativo alla storia del grande Donada di mister Toni Scabin e ds Luciano Vianello,anche perché quest’ultimo sta mettendo la sua lunga esperienza al servizio del nuovo progetto in casa Porto Viro, appunto ripartendo dai Blucerchiati.

 

 


CALCIO TOUR 2014 & 26^ TAPPA “F.C. BLUCERCHIATI 2004” ( di Salvatore Binatti , 10 Aprile 2014) /
Avevo promesso ai primi di gennaio in occasione di una sgambata fatta con i Blues che sarei andato a trovarli prima di fine stagione a Porto Viro, mi capitò un pò per caso di essere testimone a Cà Venier dell'ultimo allenamento dei Blucerchiati in terra Portotollese, i Blues poi si trasferirono a Porto Viro a colmare il buco lasciato dalla squadra non iscritta al campionato di promozione per giocare il girone di ritorno del campionato di seconda categoria H.
Le promesse vanno mantenute, vista la vicinanza, visto che con loro ero già stato + volte, (i Blucerchiati sono la squadra + visitata del sottoscritto, 5 volte), mi ero tenuto la visita da fare in caso di difficoltà, ed in una settimana dove dovevo andare a Crespino, (rinviata alla prossima settimana perché così saranno tutti presenti), dovevo andare a Porto Tolle (entrato in silenzio stampa per preparare al meglio il gran finale di stagione), ecco arrivare la giusta occasione di andare a salutare gli amici nella nuova suggestiva location di Porto Viro.
Il Mister Samuele Paganin appena gli accenno la cosa mi spalanca le porte dello spogliatoio e cosi si concretizza la tappa.
Manca 1 mese alla fine del torneo, togliendo la pausa pasquale rimangono 3 gare da disputare, ed in un campionato che si avvia alla chiusura senza i play-off, il Mister ci tiene a far le cose per bene in quanto vorrebbe ottenere il massimo dalla stagione, cercando di dare la giusta scossa in questo momento fondamentale per puntare il più in alto possibile.
Mi capita che in questa occasione conosco gente che nonostante + volte sia passato da queste parti, non avevo mai incrociato, come l'attaccante Alberto Fortina e come il forte difensore Alessio Marangon, suo un assist delizioso durante la gara, nonostante mi muovo bene e calcio altrettanto bene al volo il portierone Antonio Perrone con un grandissimo colpo di reni mi nega la gioia del gran goal, sinceramente a segno durante la serata ci vado ma la sfida personale con il portiere la perdo proprio su quel gran gesto di Antonio.
Serata Piacevole dentro e fuori dal campo con i ragazzi, infatti dopo l'allenamento ci fermiamo qualche ora in compagnia per il terzo tempo trascorso alla pizzeria JukeBox di Porto Viro.

 

 

PRIMA APPENDICE NEWS “FLASH STORY” ( di Sergio Sottovia, flash story ZONA POLESANA, 08.06.2009) / COMMENTO DI FINE STAGIONE : BLUCERCHIATI STORICA PROMOZIONE IN PRIMA CATEGORIA
Ancora una volta lo stadio Bettinazzi di Adria è stato protagonista di spareggi decisivi, per salire di categoria. Questa volta , di fronte a ben 700 spettatori, vi hanno giocato la squadra del Blucerchiati allenati da Samuele Paganin e l’Arquà Polesine di mister Fiorenzato. Evidentemente il Bettinazzi è stadio stregato per mister Fiorenzato , visto che una decina d’anni fa lui allenava la Fulgor dei Balzan e Miari e che stava vincendo sul Loreo di Augusti al 90’ prima di perdere poi per il salto in Prima categoria. Adesso è toccato al suo Arquà essere in vantaggio 2-1 grazie ai gol del tandem Toffalin – Nonnato e farsi agganciare sul 2-2 nei tempi regolamentari, per poi farsi parare dal portiere Veronese nei tempi supplementari il rigore calciato da Toffalin che poteva valere il salto in Prima.
Storica quindi la promozione per la squadra di Cà Venier e per il presidente Franco Bresciani ( già storico dirigente del Donada e in foto con Tugnolo anima di Cà Venier) che nello spareggio di Adria si è schierata con Veronese, Bergamin, Marchetti, Broggio, Marchesini N., Marangon, Bellan, Gibbin, Passarella ( 8’ pts Camisotti), Santin (14’ st Zerbin E.), Zerbin M. A disposizione Bergo, Marchesini F., Pizzo, Zanellato, Banin.
Per contro l’Arquà del presidente Fabrizio Siviero si era schierata con Catozzo, Muraro, Rossin, Secchiero, Maniezzo, Bergo, Guerra ( 13’ st Fiorenzato), Beggio, Nonnato, Chiarion, Toffalin (5’st Simioli), a disposizione Massi, Iacuzzi, Lago, Gallana, Lazzarini.
Comunque pur sconfitta, l’Arquà ha un’altra chance per salire in Prima, incontrando questa settimana un’altra squadra uscita sconfitta dagli spareggi in un latro girone.
Ma la giornata polesana presentava anche un altro spareggio interessante, stavolta nei play out della Seconda categoria. Stavolta uno spareggio salvezza, giocata a Giacciano con Baruchella dove la squadra locale de La Gazzella spareggiava nei play out contro i padovani del Deserto. Ebbene ai polesani del ds Natalino Ferrari e di mister Gianni Rossi bastava un pareggio, invece hanno perso per 3-1 addirittura dopo essere stati in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Poli al 26’ pt.
E così La Gazzella, dopo tanto tempo, praticamente dopo 20 anni,  ridiscende in Terza categoria, con tanti rimpianti per una stagione da dimenticare.
Per tutti adesso sarà tempo di calcio mercato e di summer time. 

 

 

SECONDA APPENDICE NEWS “FLASH STORY/ ( di Matteo Banterle by Il Gazzettino del 01.05.1993)/ DONADA VINCE A LUGAGNANO: CAZZADORE SIGLA IL TRIONFO

LUGAGNANO - DONADA  0 – 1 ( Marcatore al 4' Cazzadore )
LUGAGNANO: Zenatti 6,5, Pienazza 7, Bedoni 7, Sandrini 6,5, Brugnoli 7, Spada 6,5, Martino 6,5 (23' st Zampini 6), Dolci 6,5, Mori 6 (46' Zanitti 6,5),  Zappelloni 7, Gelmetti 7. All.re: Apostoli
DONADA: Marini 6,5, Maistro 7, Bernardi 7, Nordio 6,5, Tiozzo 7, Doria 6,5, Cazzadore 7,5, Astolfi 6,5, Rossi 6,5, Girello 6,5, Zaia 6. All.re: Scabin
Arbitro: Mistichelli di Ascoli Piceno
Note: calci d'angolo 6-2 per il Donada. Terreno in condizioni pessime. Record stagionale di spettatori: 250 circa
LUGAGNANO - Al fischio finale del signor Mistichelli é esplosa la gioia dei giocatori, dirigenti e tifosi del Donada. I giocatori granata hanno conquistato con pieno merito l'intera posta in palio, battendo la concorrenza dello Schio per aggiudicarsi il diritto di disputare l'anno prossimo il Campionato Nazionale Dilettanti. Il Donada ha sfruttato saggiamente il gol iniziale dell'ottimo Cazzadore, sfiorando anche in più occasioni il raddoppio. Il grosso merito di Scabin é stato di far giocare la squadra sempre in avanti in modo da tenere lontano dall'area di rigore gli attaccanti locali. Prima del match lo stesso Scabin aveva confessato la speranza di poter fare bottino pieno, ma aveva prudentemente messo le mani avanti, dichiarando che al Donada potevano andar bene due risultati.
I gialloblù di mister Apostoli a loro volta erano ben consapevoli della forza dell'avversario e volevano fare bella figura davanti a un pubblico mai così numeroso.
Dal secondo minuto Spada aveva l'occasione per poter portare in vantaggio la sua squadra, ma solo davanti a Marini si faceva deviare la sfera in corner. Due minuti più tardi, Cazzadore si apriva un varco al limite dell'area gialloblù e faceva partire un tiro che ingannava Zenatti che si infilava a fil di traversa. Era questo il gol promozione.
L'ottima ala granata riprova il colpo al 24' ed al 34', ma in entrambe le occasioni la sfera terminava abbondantemente sul fondo. Ad otto minuti dal termine Zaia, smarcato ottimamente da Nordio, si presentava solo davanti a Zenatti ma sbagliava clamorosamente la rete calciando proprio addosso al portiere locale. La seconda frazione di gioco mostrava un Donada sempre più convinto delle proprie possibilità.
Al 7' pallonetto spettacolare di Rossi dalla trequarti campo, con Zenatti al limite dell'area: la sfera rimbalzava a due metri dalla linea di porta e sorvolava di pochi centimetri la traversa. Poi grande agonismo soprattutto a centrocampo, con gli ospiti vicini al raddoppio ancora in un paio di occasioni. Il Lugagnano ha disputato una buona partita anche se solo raramente si é reso pericoloso in area avversaria. Il Donada questa promozione ha dovuto sudarsela proprio fino alla fine.

 


 

COMMENTI POST MATCH/ SCABIN FELICE:<<MERITO DIVISO IN PARTI UGUALI>>

LUGAGNANO - Scabin: euforia contenuta. Mister Scabin prima della gara appariva visibilmente teso, ma allo stesso tempo consapevole della forza della squadra. <<Siamo venuti per riuscire a prendere almeno un punto, anche se la speranza é quella di fare bottino pieno in modo di chiudere definitivamente la corsa per il primo posto>>.
Apostoli dal canto suo dichiarava:<<Anche se noi non abbiamo più nulla da chiedere a questo campionato, onoreremo la gara fino in fondo, sia per orgoglio personale che per correttezza nei confronti dello Schio>>.
Al termine della gara Scabin andava a godersi la promozione in disparte:<<Sono felice per la squadra: non si é asserragliata in difesa dopo il gol, anzi ha cercato più volte il colpo del ko. Per l'anno prossimo i programmi sono ancora da definire, adesso godiamoci solo questa stupenda promozione>>.
Mister Apostoli dal canto suo ha dichiarato invece che certamente resterà alla guida dei gialloblu anche per la prossima stagione.

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per il tandem dirigenziale Virgioni Tugnolo e Franco Bresciani perché rappresentano il giusto mix nella Calcio Story Calcio dei Blucerchiati, tra …Cà Venier e Porto Viro.
Poi per quanto riguarda la fotogallery pariamo dal tandem kit Salvatore Binatti (sx) e Samuele Paganin mister dei Blucerchiati.
Quindi con riferimento alle Appendici News proponiamo lo storico team winner del Donada 1992 di mister Toni Scabin (camicia jeans) e poi la storica tifoseria in tribuna a… Porto Viro ( visto che dopo il grande Contarina è nato il grande Donada , tutto propedeutico al Porto Viro Calcio e …alla Città di Porto Viro che tanti campioni ha regalato allo sport e che ho giustamente onorato nella mia trilogia Polesine Gol ma che mi piacerebbe fossero onorati ‘ensemble’ ufficialmente e istituzionalmente in Municipio dal Sindaco del Comune di Porto Viro.
Tornando in casa Blucerchiati , e con riferimento ai Blucerchiati promossi ad Adria (giugno 2009),  eccovi lo storico team winner con mister Samuele Paganin.
Come a dire …ieri, oggi e domani, per mister Samuele Paganin come per Salvatore Binatti il globetrotter targato Calcio Tour tra Polesine & Dintorni.

 


Salvatore Binatti & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it