"Smile" Gherardi & Delta Pt e Venezia è a …2 passi. "Doppio" Cestaro ri-Molla in volo l'Union At come Zainaghi/Tagliolese e Carrieri/Fiessese


05/03/2012

Se cercate Enrico Gherardi allora chiamate Delta Pt 3-1…3-1 sulle pagine gialle dell’Union Quinto. Perché lui, Gherardi, li fa in quantità ‘industriale’. Adesso sono 15 e verrebbe da chiamarlo DOGE, come i mitici “XV DEL DOGE” di stampo rugbistico. Tutto peraltro come da “pronostici” fattimi dall’amico Tiziano Cuoghi ( già dirigente della storica Sampietrese) che l’aveva visto giocare nel Mantova. Una doppietta by Gherardi dopo il gol d’apertura di Oscar Cavallari, giusto per confezionare la vittoria per 3-1 in casa dell’Union Quinto e sprintare a -2 dal Venezia sconfitto in casa per 2-1 contro il Pordenone, col rammarico di aver sprecato nel finale il rigore del pareggio.
E per il presidente Mario Visentini, mister Fabrizio Zuccarin e i boys del team Delta Porto Tolle adesso arriva l’anticipo televisivo/Raisport di sabato prossimo vs Sacilese, per capitalizzare punti/aggancio alla vetta della SERIE D visto che poi domenica ci sarà guarda caso il big match tra Legnago e Venezia.
Purtroppo tutto come da pronostico invece per il Lapecer di Macchia & Company che allo stadio Gabrielli di Rovigo ha ospitato la capolista Trissino. Una squadra che ha dimostrato tutto il suo valore vincendo all’inglese per 2-0 sfruttando al meglio ‘certi errori difensivi’ sottolineati peraltro a fine match da mister Paolo Dal Fiume, anche se – ha detto il mister ai taccuini di Renato Piombo su Il Resto del Carlino – “tutto sommato abbiamo giocato un tempo alla pari col Trissino”. Sicuramente più abbordabile l trasferta di domenica prossima in casa della Piovese, dove il Lapecer del presidente Luca Pavarin vorrebbe fare sorpasso sulla strada della salvezza in questo campionato di ECCELLENZA.

 

 

Due vittorie e tre sconfitte invece per le polesane nel campionato di PROMOZIONE. Bene ancora l’Adriese di mister Pregnolato brava a battere per 1-0 il forte Saonara Villatora. Merito di bomber Alessandro Sabatini in gol al 19’ pt , ma anche di una difesa che al di là dei soliti voti’ sufficienti’ è comunque la miglior difesa del campionato con i suoi ‘soli 9 gol al passivo’. Emblematico l’incipit in cronaca di Guido Fraccon su Il Gazzettino con l‘ouverture/cronaca “ massimo risultato col minimo sforzo” che certifica ed elogia ‘automaticamente’ le qualità tattiche di un’Adriese che a centrocampo giostra in sicurezza con Dal Col e Fig e che affida al tridente Segato, Sabatini, Cazzadore le chance vittoria da sfruttare, lasciando maturare in tranquillità i giovani Luca Scabin e Nicola Toffanello entrambi dal dna familiare griffato ‘calcio story tra grande Contarina e Bottrighe’.

 

 

Fermo restando che il Calvi Noale si è confermato capolista liquidando con un impensabile esagerato settebello 7-0 di ‘pallanuoto memoria’ il Loreo del neo mister Ruggero Ricci, arrivato dopo le dimissioni di Silvano Tumiatti.
Certo mancavano pedine importanti ai loredani ( Simonato portiere più Turra, Vido, Codignola squalificati e Tosetti infortunato) ma beccare 7 gol con in panchina il nuovo allenatore (quest’anno in avvio sulla panchina della Solesinese e poi rilevato da Monini) davvero nessuno se l’aspettava. Vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno? Beh, le squalifiche sono state scontate contro il Noale capolista, mentre i rientri diventano corroboranti ( per il presidente Bardella e il ds Bovolenta) per fare risultato domenica prossima in casa contro il Laguna VE , cioè una diretta concorrente per la salvezza.
Non è andata bene neppure al Porto Viro  perché ha impattato 1-1 in casa contro laVirtus Villafranca. Ma, come ha sottolineato ‘subito’ Andrea Battiston su La Voce di Rovigo, “ mister Di Girolamo, oltre alle assenze già note di Stradaroli, Bellemo e Gasparetto, ha dovuto fare  ameno di Doria, affetto da uno stato febbrile a poche ore dalla gara”.

 

 

Insomma era un Porto Viro ‘depauperato’ in attacco, che comunque resta in corsa play off visto il rallenty anche delle altre.
E’ andata male sopra tutto allo Scardovari di mister Kristian Maistrello perché ha perso per 2-1 nel turno casalingo contro il Graticolato Salese, dopo peraltro essere andato in vantaggio al 7’ pt col solito Sambo.
Certo valgono come attenuanti le assenze degli infortunati Boscolo, Corradin e Bergami. Però il mister Maistrello si è rammaricato per  gli “alti e bassi della sua squadra”.
E l’Union At? La squadra del neo mister Massimo Benati ha ‘sfidato’ le coronarie del ds Masotti e dei propri tifosi, ma alla fine ha vinto per 3-2 in sorpasso e al fotofinish. Merit della doppietta della ‘formica atomica’ Cestaro e del gol partita di Fatjon Molla, il ragazzo che non a caso nella juniores ha già segnato la bellezza di 25 reti.

 

 

Insomma l’Union At ritrova la strada per uscire da zona play out e fa cose straordinarie come gli  amici giornalisti sugli spalti, cronisti plurimi domenicali per esigenze delle relative testate. Vale per Enzo Fuso de Il gazzettino, vale per Franco Rizzi de Il Resto del Carlino, vale per Luigi Franzoso de La voce di Rovigo.
Passando in PRIMA CATEGORIA partiamo dalla capolista Altopolesine di mr Osti che ha solo ‘agganciato il pareggio’ ( con Baietta al 38’ pt) in casa del fanalino di coda Maserà. Però la fortuna è dalla sua parte perché addirittura l’evanescente Boara Pisani di mister Selleri scende a – 4 visto che ha perso in casa ( 0-1 contro il Pontecorr di mister Cristian Cominato). 
Praticamente è andata male all’altra polesana d’alto bordo, cioè il San Vigilio di mister Casilli (terza sconfitta consecutiva) che ha perso per 1-0 in casa del Ponte San Nicolò di mister Franco, Per i padovani decisivo Fellet , sia per il gol segnato al 42’ del pt che per il salvataggio sulla linea al 28’ su tiro di Giovannini, col portiere Andrea Sgualdo perciò graziato.

 

 

Per il centro classifica da registrare che la Stientese di mister Gulmini, dopo essere ‘uscita’ dalla Coppa Veneto, ha perso per 2-1 in casa dell’Atheste PD rigenerata da mister Franzolin.
Per quanto riguarda la zona bassa in casa Fulgor Crespino funziona la ‘cura’ del neo mister Luca Fabbri visto che nel derby salvezza ha sbancato la Villanovese di GP Zanaga grazie al gol di Cavallaro.
Così come funziona in casa Tagliolese la cura del neo mister Riccardo Frasson che dopo la vittoria per 3-2 sul Cavarzere di mr Pianta era giustamente orgoglioso di aver fatto , sotto la sua gestione, “ben 3 pareggi e 2 vittorie, agganciando così la Villanovese a quota 20”.
Da sottolineare che a Cavarzere il mattatore della Tagliolese è stato Enrico Zainaghi autore di una doppietta e sopra tutto del gol partita al fotofinish. Ma noi vogliamo fare gli auguri allo sfortunato difensore Luca Massaretto del Cavarzere uscito al 40’ st  per infortunio ( si sospetta la frattura della tibia destra, tra l’altro quella già infortunata quando Luca giocava nel Delta 2000) .

 

 

Andando in panoramica sulla SECONDA CATEGORIA, c’è stata altalena in zona play off.
Certo viaggia imperterrita la Fiessese di Marzanati winner 1-0 sul Badia Polesine (decisivo bomber Carrieri)  e mantiene più 6 sull’Arquà di mr Saterri bravo a rifilare quaterna secca al Pettorazza di mr Crocco.
Ma le altre ella zona alta hanno frenato. Vedi il compassato Bottrighe di mister Nasti che  ho visto perdere per 2-0 in casa del più sprintoso Boara Polesine di mr Zamarco ( reti di capitan Bertazzo e Gazzetta).
Certo Clemente Di Vico ha sprecato in fuga solitaria sull’autostrada la palla gol del pareggio ‘appoggiandola’ al portiere Tonin, però i precedenza Cattozzo aveva salvato sulla linea la porta del suo Bottrighe a Beltramini/battuto.
Sta di fatto che adesso il Bottrighe è stato agganciato al terzo posto dai Blucerchiati di mr Paganin che hanno impattato 2-2 in casa dell’Athesis di mr Meneghini che ultimamente appare rigenerata.
Chi sta sempre più avvicinandosi a zona play off è il Papozze di mr Mantoan che seppur soffrendo ha vinto per 1-0 sul San Pio X (rigore di Luca Bellan) .
Come da pronostico invece il 3-0 del Canaro di Zangherati sull’Eridano fanalino di coda, mentre tra Frassinelle e Costa è finita 1-1. Vittoria ossigeno infine il 3-1 in chiave salvezza del Bellellieng Gaiba di mr Tadiello sulla Lendinarese  di mr Targa.

 

 

Per quanto riguarda la TERZA CATEGORIA/ROVIGO, va sempre forte La vittoriosa di mister Luciano Breda, considerando che andare avincere per 1-0 in casa dello Zona Marina ( match winner Alessio Patracchini al 40’ st ) non era affatto scontato, anche se Spunton portiere dei vassopolesani ha parato un rigore a Ferlin.
Resta comunque in scia a -5 la Turchese di mister Fusetto ( purtroppo infortunatosi da giocatore nel finale del match) perché ha sbancato per 2-0 il Roverdicré grazie alla doppietta di Ghinati, lasciando ai locali solo un rigore stampato da Giovanni Barison contro la traversa nei minuti finali.
Resta terzo ma perde invece la Giovane Italia Polesella di Prearo, sconfitto in casa per 1-0 dal Grignano di Agnoletto ( mach winner Dolce al 24’pt).
Chi sale è invece il Salara di mr Ghisellini che ora è quarto per effetto ella vittoria per 4 – 0 in casa del Pontecchio , grazie alle reti di Zesi, Menghini, Polastri Michele e Ghiraldini.
Ma sale in zona play off anche il San Martino di mr Pigato forte della vittoria per 2-0 (Barchi e Montecchio) sulla concorrente Rosolina di mr Astolfi.
Ma che sia fuori corsa il Cà Emo di mr Zampieri? Forse no, perché ha liquidato 5-2 il Due Torri grazie soprattutto alla tripletta di Luca Scaranaro, spesso decisivo da quando è arrivato a dicembre dal Loreo.
Tra i fuori corsa da registrare il 2-1 vittorioso del Ficarolo sul Guarda Veneta, mentre il Duomo di mr Paltanin ha sbancato il fanalino di coda Buso per 3-0 (doppietta di Pellegrino più Gennaro).

 

 

Nella TERZA CATEGORIA / PADOVA continua il sogno play off del Granzette di Massimo Ferrari winner per 1-0 nel derby polesano in casa del Beverare ultimo.  Idem per il VIlladose di mr Francesco Milan winner per 2-1 sul forte Redentore, peraltro secondo in classifica a -11 dalla capolista Bagnoli Calcio. Ancora una sconfitta per il Baricetta di Crepaldi, stavolta per 1-0 i casa del Casale Scodosia.
Andamento positivo invece per il Bergantino di mr Antonello Bazzi, nella TERZA CATEGORIA/VERONA, visto che ha vinto per 1-0 (gol di Galassini) il test match contro lo Spinimbecco. Confermandosi perciò al terzo posto alle spalle dell’Albaredocalcio e del Concamarise, staccando intanto di 2 punti il Coriano che ha solo pareggiato in bianco a Salizzole.
A completamento della nostra panoramica facciamo una escursione il Lombardia, segnalando che il Dak Ostiglia ( polesana d’adozione perché gioca i turni casalinghi a Melara) resta saldamente in vetta , a quota 48 cioè a + 10 sul Borgovilla) perché ha rifilato un secco 4-0 alla malcapitata Segnate ( in terra mantovana, grazie ai gol di Losi, Dragovic, Guandalini e Peccorari.

 

 

EXTRATIME by SS/ La cover è per Enrico Cestaro ‘doppiettista’ in casa Union At, con alle spalle il ‘suggeritore’ Giovanni Guccione. Praticamente “il Conte  e la Formica” .
Invece nella fotogallery vi proponiamo innanzitutto la ospitata ella settimana scorsa a “Lunedì in Campo”, la trasmissione in onda su Prima Free, dalle ore 21, 40 sul digitale 692 e sky 891,  con da sx Bruno Roccatello, Gigi Patrian, Linda Chiarion, Nunzio Molon/Atheste PD, Paolo Zoppelli/Este, Tiziano Rossetto/presidente Thermal Ceccato, Sadocco/giocatore Piovese, Stefano Turetta/mister Thermal, Salvatore Binatti; accosciati da sx, Sergio Sottovia, Djlan Benazzi/ Papozze, Franco Lodi/Delta PT.
E  a seguire due flash relativi al match amichevole che l’Italia di Prandelli ha perso a Genova vs Stati Uniti, con i giocatori da Giovinco a Thiago ‘made in Polesine’ Motta fino a Buffon capitano.
Poi rientrando nel nostro habitat naturale, ecco l’Adriese formato TOP 11 winner la settimana scorsa a Loreo. Questo la relativa formazione tabellino: Carretta, Forin, Cisotto, Dal Col, Florindo, Mazzagallo, Segato, Scabin, Sabatini, Fig, Cazzadore.
Per contro il Loreo , nell’ultima partita della gestione Silvano Tumiatti, ha schierato questa formazione: Simonato, Turra, Ruzza, Moretti, Ferrato, Vido, Codignola, Socciarelli, Ghezzo, Randazzo, Tommasini.
Passando a ‘questa settimana’ ecco il Boara Polesine che mister Zamarco ( primo da sx)  ha schierato con questo tabellino: Tonin, Bassani, Aggio Ettore, Simonelli, Gonzato, De Bonis, Curzio, Bertazzo, Aguiari, Cavallini, Gazzetta; in panchina Pulin, Tiberto, Libralon, Migliorini, Battaglia, Aggio Fabrizio, Trevisan.
Per contro il Bottrighe che ha schierato mister Beppe Nasti ( primo a dx) ha registrato questo tabellino: Beltramini, Rossi, Graham Bell, Ravaro, Puozzo, Cecconello, Zen, Piombo, Di Vico, Marangon Alberto, Cattozzo; in panchina De Fazio, Marangon Giacomo, Piva, Crivellari, Rizzato, Okonkwo.
Per un match che a visto i capitani Bertazzo (in rosso, a sx) e Cecconello (in giallo, a dx) entrare in campo a fianco dell’arbitro Tomas Bellotto di Padova.
Infine ecco la ospitata di venerdì scorso sempre a Prima Free, ma nella trasmissione Pianeta Uisp, assieme ai soliti noti Gigi Patrian/conduttore e Sergio Sottovia/opinionista, e  Gianni Grimaldi e Mario Fabiano della Uisp, gli invitati Mirco Ferro, Davide Dalla Mutta, Davide Peotta, Massimo Crema (poker Asd Amatori Ponso) , Riccardo Rizzo e Alberto Piombo ( Acd Villadose) , Alberto Gianese e Ottaviano Marangon ( Ac Donzella).


Sergio Sottovia
www.polesinesport.it