SPEEDWAY/ Andrea Maida, buona la prima a Lonigo nel Campionato triveneto. Poi con Cavicchioli bronzo a Terenzano nel Tricolore a Coppie


E domenica Andrea parte da Lonigo per la prima delle sei prove del Campionato Italiano Individuale 2010.

Come un rasoio bilama il ‘cronista dello speedway’ Michele Guerra ci racconta le imprese di Andrea Maida in questa prima parte della stagione agonistica 2010. L’ultima stagione per il pilota di Loreo, ma evidentemente Maida vuole chiudere alla grande.
Perché ha vinto a Lonigo e poi è stato protagonista ( sfortunato) a Terenzano dove in prova unica, nel Tricolore in coppia con Cavicchioli, ha conquistato ‘solo’ la medaglia di bronzo.
Ecco quindi le due ‘cronache’ by ‘La Voce’ di Michele Guerra  in sequenza.

PRIMA NEWS/ MAIDA, BUONA LA PRIMA ( DEL CAMPIONATO TRIVENETO).

LONIGO (VI) - Con il titolo 2009 conseguito nella passata stagione, il rider di Loreo Andrea Maida si aggiudica la prima prova del campionato Triveneto 2010. Nel torneo serale di giovedì scorso che si disputa unicamente sulla pista di Lonigo fa da cornice al tricolore individuale, Maida si presentava in pista nelle vesti di pilota-collaudatore in collaborazione con Paolo Bellini per lo sviluppo del nuovo motore GPT 754 ( vedi foto Tony Mizzon).

Primo successo di manche nella sua prima uscita, Maida era costretto a dosare il gas della propria moto per evitare il pattinamento. Nella pausa tra una batteria e l'altra i meccanici del pilota polesano apportavano alcune modifiche al motore. Seconda uscita con conseguente vittoria il pilota loredano la conquistava sebbene una brutta partenza, constatando che il motore non era ancora al top. Dopo un'ulteriore intervento per avere più grip, nella sua terza uscita Maida in testa alla manche si accorgeva di un problema al motore costringendolo a diminuire la velocità. A pochi metri dalla bandiera a scacchi il motore del polesano si spegneva ma grazie al vantaggio acquisito sugli avversari perdeva soltanto una posizione rimanendo in corsa per la finale. Nell'ultima manche di qualificazione Maida usava una propria moto che gli permetteva di vincere senza problemi. Per la finale allo starter si presentavano Maida, Franchetti che aveva concluso a punteggio pieno le qualifiche, l'altro polesano in pista Cavicchioli e Seren. Franchetti partito in prima corsia guadagnava subito la testa della finale seguito da Maida costretto a togliere il gas per cambiare traiettoria. I due piloti davano il via a una sfida entusiasmante con il padovano che chiudeva tutti gli spazi all'interno ma nulla poteva fare all'inizio della seconda tornata quando il polesano per vie esterne lo affiancava.

Appaiati per tutto il rettilineo Maida si mostrava più deciso nell'entrata in curva guadagnando la leadership della manche e mantenendola fino sotto la bandiera a scacchi, mandando in delirio il pubblico presente. Andrea Maida al termine della gara (eccolo winner tra Franchetti e Seren) sul podio  diceva: "E' sempre una bella soddisfazione vincere una gara. Mi dispiace per la rottura del motore nuovo che stiamo sviluppando, ma si sa quando si fanno dei test sono cose che possono succedere. Di certo nei quattro allenamenti di pre campionato non aveva dato nessun problema. Successivamente il motore verrà aperto per verificare la causa del cedimento meccanico". Buona la quarta posizione ai piedi del podio per Mattia Cavicchioli. Al rientro da un'infortunio accorsogli circa un mese fa sulla pista marchigiana di Potenza Picena nel corso degli allenamenti dei piloti che vestiranno la casacca azzurra nelle prossime gare internazionali. Oggi pomeriggio Maida e Cavicchioli saranno di scena sulla pista friulana di Terenzano per disputare la gara unica che assegnerà il titolo di campione italiano a coppie, primo titolo tricolore della stagione. Assente invece Marco Gregnanin per i postumi della caduta di lunedì scorso, probabile la sua presenza odierna sulla pista friulana.
Classifica: 1A.Maida, 2 G.Franchetti, 3 J.Seren, 4 M.Cavicchioli, 5 A.Novello, 6 M.Marzotto, 7 D.Del Monte, 8 M.Castagna, 9 L.Bevilacqua, 10 S.Rizza, 11 A.Ugolini, 12 P.P.Scagnetti

SECONDA NEWS/ MEDAGLIA DI BRONZO PER MAIDA E CAVICCHIOLI NEL TRICOLORE A COPPIE
TERENZANO (Udine) - Il terzo gradino del podio è quanto riescono a conquistare la coppia portacolori del team di casa del moto club Olimpia formata dal duo polesano Andrea Maida e il giovane Mattia Cavicchioli, nella gara unica valevole per il titolo tricolore a coppie 2010 di speedway. Solo un gap di due punti e la caduta di Cavicchioli a poco meno di metà gara, con conseguente ricovero in ospedale per accertamenti del giovane di Bergantino, hanno privato la coppia rodigina dell'alloro tricolore. Tutto iniziava nel migliore dei modi per la coppia Maida-Cavicchioli conquistando brillantemente due successi per il veterano di Loreo e due secondi posti per il giovane altopolesano che gli permettevano di posizionarsi momentaneamente in vetta alla classifica fino a quel momento. Il sogno del tricolore per i polesani si interrompeva nella manche più attesa della gara tra appunto il duo rodigino e la coppia che risulterà vincitrice a fine gara del moto club La Favorita di Sarego, composta dall'esperto Mattia Carpanese e il giovane Mattia Tadiello.

Partiti dallo starter (nella foto da sx Cavicchioli, Tadiello, Maida, Carpanese) con Carpanese che prendeva la testa della manche seguito a ruota da Maida. Subito dietro Cavicchioli quarto tentando un sorpasso per vie esterne agganciava la moto di Tadiello con conseguente caduta rovinosa e ricovero in ospedale per entrambi. Nella ripetizione della manche dopo un lungo periodo di stop per prestare i primi soccorsi ai due giovani piloti, era ancora Carpanese che partiva davanti vincendo la manche su Maida. Il pilota di Loreo rimasto da solo, nelle manche successive conquistava due importanti vittorie comunque veniva penalizzato dalla mancanza del supporto della propria coppia, mentre il team vincitore schierava una riserva. Di grande stile e caparbietà il successo che Maida conquistava contro il tenace Franchetti. Il pilota vicentino primo a piegare la moto in curva con Maida subito dietro ravvicinato in modo impressionante, all'uscita della curva il pilota polesano chiuso all'interno riusciva a passare a filo dell'erba e portarsi in testa con una mossa che mandava in delirio il pubblico presente, togliendosi ancora una volta una grande soddisfazione di aver sconfitto un avversario che per tutto il periodo invernale ha gareggiato in Argentina. Sebbene con questi due successi di manche i punti raccolti da Maida non erano sufficienti per giocarsi la vittoria almeno con uno spareggio. Spareggio che ha visto Maida vincere brillantemente per l'assegnazione del terzo gradino del podio su Novello portacolori del team trevigiano di Oderzo Cialtroni del Nordest.

A fine gara Maida ( eccolo a dx, da solo con tutto il team La Favorita di Lonigo) si mostrava deluso per aver mancato di un nulla la possibilità di giocarsi il titolo a portata di mano, rimasto da solo contro i due team pretendenti che scendevano in pista in due. Domenica prossima Andrea Maida e il giovane Mattia Cavicchioli che ha garantito la sua presenza in pista, saranno impegnati sull'ovale vicentino di Lonigo nella prima prova delle sei in programma del Campionato Italiano Individuale di speedway, valido per il massimo alloro tricolore del 2010.
Classifica del Tricolore a Coppie di speedway 2010: 1 M.C.La Favorita di Sarego pt. 20 (M.Carpanese 14, M.Tadiello 3, J.Seren 3), 2 M.C.Lonigo 19 (G.Franchetti 14, M.Marzotto 5), 3 M.C.Olimpia Terenzano 18+3 (A.Maida 14+3, M.Cavicchioli 4) 4 M.C.Cialtroni del Nordest Oderzo 18+2 (A.Novello 10+2, A.Baroni 8), 5 M.C.La Favorita 2 di Sarego 7 ( F.Stevanini 7, D.Maran 0), 6 M.C.Olimpia 2 Terenzano 6 (L.Bevilacqua 4, P.Scagnetti 2).



Michele Guerra
www.polesinesport.it