Speedway SGP Terenzano/ Tutto pronto, al Grand Prix Italia col gotha mondiale. E con Carpanese - wild card forse Cavicchioli e Maida


16/09/2010

Tutto pronto all’Olimpia Stadium di Terenzano, in vista del “10th FIM Nice Speedway Grand Prix d'Italia” in programma sabato 25 Settembre 2010. ci sarà il gotha dello speedway mondiale, a partire dal polacco Tomasz Gollob leader della classifica mondiale, che proprio a Terenzano spera di ottenere la certezza del titolo iridato. Ma la concorrenza è tanta e internazionale. Ma stavolta, la novità rispetto alle tappe precedenti, è la presenza ‘qauntomeno’ di un italiano in gara nei 16 del seeding. Parliamo di mattia carpanese ai quali l’organizzazione ha offerto la meritata ‘wild card’. E poi potrebbe esserci anche i polesani Cavicchioli e Maida, qualora …non si presentassero alla partenza gli ‘aventi diritto’ internazionali. Ma di tutto questo, aspettando Terenzano, vi parla così il nostro
‘inviato speciale’ Michele Guerra titolando di certezza la sua speranza polesana.
<<MATTIA CARPANESE, MATTIA CAVICCHIOLI, ANDREA MAIDA NELLA NOTTE MONDIALE DI TERENZANO.
Terminato lo Speedway Grand Prix danese di Vojens di sabato 11 settembre scorso, è arrivato il grande momento dell'Italia con il passaggio del testimone. Fervono i preparativi per l'evento mondiale tricolore con il 10° FIM Nice Speedway Grand Prix d'Italia a Terenzano (Udine) il prossimo 25 settembre con inizio gara alle ore 20.00.

Confermata l'assegnazione della Wild Card a Mattia Carpanese che scenderà in pista con il n° 16, il pilota di Este (Padova) farà parte dei sedici piloti che prenderanno parte alla magica notte friulana. Carpanese ha fatto il suo debutto mondiale nel SGP italiano di Lonigo (Vicenza) nel 2006. Nessun punto totalizzato al suo esordio, il 24enne padovano nell'anno successivo ha raccolto due punti. Stesso bottino nel 2008, Carpanese presente come riserva di pista ha preso parte a tutte e cinque le manche della gara sostituendo l'inglese Chris Harris fermato da un infortunio accorso nelle prove del giorno prima. Nel FIM Nice SGP d'Italia Carpanese sarà affiancato dalle riserve di pista Mattia Cavicchioli di Bergantino e Andrea Maida di Loreo. Cavicchioli 24 anni indosserà il n° 17 mentre al veterano Maida è stato assegnato il n° 18.

Andrea Maida, come ha già dichiarato al termine della stagione agonistica scorsa, il 2010 sarà il suo ultimo anno nella competizioni della pista ovale. Il 46enne bassopolesano, dopo ben 25 anni nello speedway e portacolori del moto club Olimpia di Terenzano, teatro dell'evento mondiale, scende in pista sulla scena internazionale per salutare il pubblico delle grandi occasioni che in tutti questi hanno lo hanno acclamato e applaudito, in un appuntamento che gode della diretta televisiva di Sky Sport inglese e Canal+ Sport della Polonia. A meno di dieci giorni dal grande evento Maida dice: " Tengo le dita incrociate per avere la possibilità di poter gareggiare in un SGP, magari a fianco di piloti del calibro di Jason Crump, Tomasz Gollob e Jaroslaw Hampel nella pista di casa sarebbe il massimo per concludere la carriera".Per Cavicchioli e Maida la possibilità di scendere in pista tra uno dei sedici piloti, l'avranno soltanto se nel corso della gara uno dei principali sedici piloti non si presenteranno sulla linea di partenza entro il tempo di prelineamento di due minuti, se un pilota tocca il nastro dello start prima del via o se un pilota coinvolto in una caduta non riesca a riprendere la corsa nelle sue manche successive. Ancora una volta sarà l'australiano Davey Watt con il n°20 a scendere in pista in sostituzione del russo Emil Sayfutdinov assente per infortunio ad un polso resterà fuori per l'intera stagione oramai verso il suo epilogo. Sarà il polacco Wojciech Grodzki l'arbitro del FIM Nice Speedway Grand Prix d'Italia.
EXTRATIME by SS/ La cronaca di speranza di Michele Guerra è certificata, oltre che dal “tags: speedwaygp.com”, anche dalle foto ‘tutte italiane, Cioè quella in apertura di Mattia Carpanese’signore con gli occhiali’ e poi con la foto kit della speranza, col tandem Cavicchioli & Maida, da sinistra a destra. 


 
Michele Guerra
www.polesinesport.it