Stefania Chiarioni polesana Paralympic Games London 2012 & Rio 2016/ Premio Coni Young RO insieme a...


29/04/2016

“Tutti Protagonisti, Nessuno escluso”, da Orlando Patrese ad Angelo Rondina, da Nicola Perin ad Antonio Previati e …tutto l’Elenco che vi proponiamo in calce.
Partendo ovviamente da Stefania Chiarioni, prima young pallavolista e ora nuotatrice ‘Polesana nel Mondo’ ai massimi livelli sportivi , vista la sua partecipazione ai Paralympic Games London 2012 ( vedi relativa Stefania Chiarioni Appendice Flash Story ...work in progress) ora pronta per Rio 2016 in Brasile.
E noi la consideriamo un nostro portabandiera, sia del Made in Polesine che di questo sito www.polesinesport.it , come la sua concittadina Sara Zanca e come beacher Marta Menegatti che la stessa Stefania Chiarioni ha conosciuto ‘da vicino’ e con la quale adesso è praticamente in viaggio parallelo da … London 2012 a Rio 2016 and so on.

Certo , noi che non saremo mai in grado di essere ‘presenti’ ai cerimoniali perché lasceremmo ‘scoperto’ il nostro lavoro e quindi la nostra mission qui su www.polesinesport.it, ma ci piace segnalarvi innanzitutto il seguente pensiero-proposito by Lucio Taschin ‘presidente on the road’ e non soltanto Delegato Coni Point Rovigo : <<Non sarà solo una festa, ma anche un grido di allarme. I nostri ragazzi vanno tutelati, protetti, aiutati, sostenuti, incoraggiati. In ogni modo. Attraverso questo evento non ci limiteremo solo a consegnare loro dei premi per l’attività svolta nel corso del 2015, ma lanceremo un messaggio molto forte affinché nella futura gestione della politica dello sport i giovani tornino al centro dell’attenzione di tutti”.
Ecco allora che l’Evento Coni Young andato in scena a San Pio X trascende i nostri limiti ‘umani’ , quelli per così dire giornalistici che per essere completamente News Story avrebbero dovuto proporvi tute le Biografie dei Premiati quantomeno in forma ‘scheda-cammeo’.
Ma poiché sono e saranno di casa su questo sito, ci basta riproporvi tra Anteprima & Main News quanto trasmessoci by Paolo Romagnolo – addetto alla comunicazione Coni Point Rovigo – anche perché corredato dall’Elenco dei Premiati e di alcune significative immagini della serata targata “Coni Point” promossa in sinergia col Coni Veneto da Gianfranco Bardelle presidente evergreen , di casa su questo sito come i tanti Campioni Young premiati nella serata.

 

 

E che perciò si meritano ‘proposti’ su questa rubrica Polesani nel Mondo visto che ne abbiamo già segnalate tante loro performance e li seguiremo comunque ancora da Sportmen globetrotter in the world.
Però intanato ci piace che possiate memorizzarne nomi e cognomi nell’Elenco che vi proponiamo in calce, anche perché possiate rendervi conto dell’immane lavoro di ‘promotion’ che dovrà ancora fare il Coni sia a livello locale che nazionale per ‘smuovere’ quei Comuni e quelle Istituzioni Sportive  e Associative che… per mille ragioni sono insensibili al ‘grido di dolore-allarme ‘urlato’ da Lucio Taschin , sperando che anche Lui come altri sui ‘predecessori’ non passi dalla ‘massima carica del Coni Rovigo a qualche ‘poltrona politica’.
Un monito che vale per tutti e quindi anche per Lucio Taschin, perché sono convinto che il Coni, ma soprattutto lo SPORT ai massimi livelli istituzionali non abbia bisogno di ‘meteore’ , ma di personaggi indimenticabili come lo è stato Camillo Norbiato e prima ancora il professor Zuolo.
Con il rispetto per tutti, ma lo Sport merita Grandi Personaggi che lo ‘sposino’ forever e non per …fugaci amori di passaggio.
Fermo restando che - parafrasando Sant’Agostino -  i vari Campioni premiati by Coni Young Rovigo lasceranno sicuramente e comunque un ‘segno’ nel panorama sportivo nazionale e internazionale da …Polesani nel Mondo, a partire da “prossimamente su questo schermo”.

 

 


ANTEPRIMA NEWS ( by Paolo Romagnolo, mail  Rovigo, 26 aprile 2016 )/ LA PRIMA “FESTA CONI YOUNG” RIPORTA I GIOVANI AL CENTRO DELL’ATTENZIONE. LUCIO TASCHIN: “NON CONSEGNEREMO SOLO PREMI, MA LANCEREMO UN FORTE SEGNALE SULLA FUTURA GESTIONE DELLA POLITICA DELLO SPORT”.
Dietro il sipario è già tutto pronto. La prima “Festa Coni Young” è pronta a riportare i giovani sul palcoscenico dello sport polesano. Giovedì 28 aprile a partire dalle 17.30 la palestra di San Pio X a Rovigo sarà teatro di un evento che mai prima d’ora la nostra provincia aveva avuto. Ad essere protagonisti non saranno campioni affermati, ma giovani Under 15 che dedicano allo sport le ore lasciate libere dallo studio. Non solo ragazzi vincitori di titoli o medaglie nelle rispettive categorie, ma anche piccoli esempi di correttezza, lealtà e dedizione.
Per premiare i loro sforzi il Coni Point di Rovigo ha voluto che il testimonial dell’evento fosse di altissimo livello. Sarà infatti il rugbista Mauro Bergamasco il grande ospite della prima “Festa Coni Young”. Un simbolo non solo per la palla ovale, ma per tutto lo sport italiano. Ai giovani che riempiranno la palestra l’ex terza linea azzurra diffonderà il suo messaggio di sport: un messaggio di sacrificio e impegno, ingredienti fondamentali per arrivare al risultato, tanto nella vita quanto nello sport.
Tante le autorità che interverranno nel corso della manifestazione. Il Coni Veneto sarà rappresentato dal presidente Gianfranco Bardelle. L’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari porterà il saluto della Regione Veneto, mentre a dar voce alla Provincia di Rovigo sarà il presidente Marco Trombini. Naturalmente non mancheranno il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin e l’assessore comunale allo sport Andrea Donzelli. Come sempre al fianco del Coni Point di Rovigo anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

 

 

“Non sarà solo una festa, ma anche un grido di allarme – sottolinea il delegato provinciale del Coni Lucio Taschin – I nostri ragazzi vanno tutelati, protetti, aiutati, sostenuti, incoraggiati. In ogni modo. Attraverso questo evento non ci limiteremo solo a consegnare loro dei premi per l’attività svolta nel corso del 2015, ma lanceremo un messaggio molto forte affinché nella futura gestione della politica dello sport i giovani tornino al centro dell’attenzione di tutti”.
Sono ben oltre la metà (33) i Comuni della provincia che hanno aderito all’iniziativa segnalando Under 15 meritevoli del loro territorio. Una quindicina le Federazioni, gli Enti di promozione sportiva e le Discipline associate che hanno fatto altrettanto scegliendo tra le società affiliate. “Il fatto che all’appello del Coni Point di Rovigo abbiano risposto così tanti sindaci, assessori e delegati è per noi un segnale davvero importante – prosegue Taschin – Ringrazio tutti coloro che hanno aderito alla nostra iniziativa, dalle amministrazioni locali alla Regione Veneto, dalla Provincia di Rovigo al Coni Veneto, senza scordare il Comune di Rovigo, il Panathlon di Rovigo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Mi piace sottolineare anche che nel corso della festa ci sarà un momento per ricordare due figure recentemente scomparse che nella loro vita hanno fatto moltissimo per i giovani sportivi del nostro territorio: Orlando Patrese e Angelo Rondina; nonché due atleti che hanno visto il loro cammino interrompersi troppo presto: Nicola Perin e Antonio Previati”.
A presentare la prima “Festa Coni Young” sarà Andrea Trombini. La sequenza di premiazioni sarà vivacizzata da alcune esibizioni di danza e ginnastica ritmica a cura di Academy Dance, Ma.X Sport Adria e Ritmica Gimnasia.

 

 

MAIN NEWS ( by Paolo Romagnolo, mail Rovigo, 28 aprile 2016 ) / CON LA “FESTA CONI YOUNG” FA ESPOLDERE DI ENUSIASMO LA PALESTRA DI SAN PIO X. A ROVIGO. OLTRE 500 PERSONE PER IL PRIMO APPUNTAMENTO A CINQUE CERCHI DEDICATO AI GIOVANI POLESANI. OVAZIONI PER L’OSPITE MAURO BERGAMASCO
Lo sport giovanile polesano è più vivo che mai! A confermarlo la prima “Festa Coni Young”, organizzata dal Coni Point di Rovigo, che questo pomeriggio ha completamente riempito di bambini e ragazzi la Palestra San Pio X di Rovigo, radunando tutti i migliori atleti Under 15 della provincia. Campioni in erba, ma anche esempi di dedizione e correttezza, tutti uniti per chiedere maggiore attenzione a chi muove i fili della politica dello sport giovanile. Incredibile il colpo d’occhio offerto dalla gradinata della palestra rodigina: più di 300 i premiati, cui si sono aggiunte ameno altre 200 persone considerando genitori, allenatori e dirigenti che non sono voluti mancare a un appuntamento che per la prima volta ha puntato i riflettori su chi deve ancora arrivare a calcare i palcoscenici più importanti. Ad arricchire il tutto un testimonial del calibro di Mauro Bergamasco.
In totale sono stati 26 gli Under 15 (singoli atleti o squadre) premiati dal Coni Point di Rovigo su segnalazione di ben 33 Comuni polesani. Altri 15 quelli individuati dalle Federazioni, Enti di promozione sportiva e Discipline associate della provincia.
A fare gli onori di casa il delegato provinciale Lucio Taschin che ha creduto nell’idea di dedicare un grande evento agli Under 15 polesani. “Il motivo per cui abbiamo deciso di organizzare questa festa siete voi – ha esordito il numero uno dello sport polesano – Per far risorgere lo sport giovanile della nostra provincia. Ringrazio tutti i Comuni, le Federazioni, gli Enti di promozione e le Discipline associate che hanno collaborato con il Coni Point. Dobbiamo essere ‘malati’ di giovani. Dobbiamo avere sempre l’energia e la volontà di sostenerli”.
L’importanza di guardare alle nuove generazioni con più continuità è stata sottolineata anche dal numero uno del Coni Veneto Gianfranco Bardelle: “Se vogliamo far crescere davvero questo Paese, occorre far capire che lo sport va rispettato e riconosciuto come una materia di studio importante da insegnare nelle scuole al pari di tutte le altre – ha sottolineato il presidente – Al delegato Lucio Taschin rivolgo il mio grazie per questa bella festa. Siamo la prima regione in Italia per movimento sportivo e voi giovani qui presenti dovete sentirvi parte di questa grande squadra”.

 

 

A rappresentare la Regione Veneto alla prima “Festa Coni Young” c’era l’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari. “Oltre 400mila persone in Veneto fanno sport e non mancano risultati di vertice prestigiosi. Questo grazie anche al Coni e a tanti giovani come voi che ogni giorno mettono tanta passione nello sport”, ha ricordato l’esponente di Palazzo Balbi.
Ha portato il suo saluto anche il presidente della provincia di Rovigo Marco Trombini. “Un grazie anche a chi quotidianamente mette tutto il suo impegno per la crescita dei nostri giovani”, ha sottolineato il numero uno di Palazzo Celio riferendosi a genitori e tecnici. Un ringraziamento a cui si è aggiunto poco dopo anche l’assessore allo sport del Comune di Rovigo Andrea Donzelli che, rivolgendosi ai giovani in tribuna, ha sottolineato: “E’ solo grazie ai vostri genitori che avete la possibilità di fare sport e magari un giorno di diventare campioni. Perciò il mio pensiero oggi va a loro e ai vostri allenatori”.
Immancabile a fianco del Coni Point di Rovigo anche il Panathlon di Rovigo, rappresentato da Giampaolo Milan, che ha ricordato le tante collaborazioni a sostegno dei più sani valori dello sport.
A scandire il ritmo delle premiazioni, che si sono articolate in tre blocchi, è stato Andrea Trombini. Dopo la prima ondata di targhe consegnate, i riflettori si sono puntati su Mauro Bergamasco, applauditissimo dal pubblico presente, che ha lanciato al giovani il suo messaggio di sport. Un messaggio che, ancora una volta, ha chiamato in causa coloro che hanno il dovere di sostenere e appoggiare le scelte di chi si avvicina in giovane età allo sport. “31 anni fa col rugby tutto è iniziato come un gioco, poi è diventato una passione e infine si è trasformato in qualcosa di più importante. Oggi non posso che ringraziare i miei genitori per l’opportunità che mi hanno dato di proseguire lungo il mio percorso. I suggerimenti che mi sento di dare sono rivolti più a loro che a voi giovani: non forzate i vostri figli e lasciateli liberi di scegliere la loro strada”.
Il Coni Point di Rovigo nell’occasione ha voluto dedicare un premio speciale anche alla campionessa di nuoto polesana Stefania Chiarioni che, dopo “Londra 2012” è impegnata proprio in queste settimane nelle qualificazioni per le Paralimpiadi di “Rio 2016”. Per lei in bacheca ci sono già anche un argento mondiale e un bronzo europeo. A ritirare il premio la mamma, dato che Stefania era impegnata in un importante allenamento con gruppo azzurro.
Nel corso dell’evento anche un significativo momento per ricordare quattro sportivi che recentemente ci hanno lasciato. Orlando Patrese, Angelo Rondina e i giovanissimi Nicola Perin e Antonio Previati. Il Coni Point di Rovigo ha voluto che anche loro, attraverso la partecipazione dei familiari, fossero in qualche modo protagonisti di un evento carico di gioia come la prima “Festa Coni Young”.

 

 

QUESTI TUTTI GLI SPORTIVI UNDER 15 SEGNALATI E PREMIATI NEL CORSO DEL POMERIGGIO.

SEGNALATI DAI COMUNI:
Adria – SETTORE GIOVANILE LIBERI CICLISTI ADRIA
Ariano Polesine – UNDER 14 FEMMINILE VOLLEY ARIANO
Badia Polesine e Uisp Rovigo (segnalata da Comune e ente) – MARTINA FASOLIN (Basket Badia 1978)
Bagnolo di Po – LUCA CHIEREGATO (Pallacanestro Ba.Se.ka) 
Bosaro – CANOA GIOVANI (Canoe Rovigo) 
Calto-Castelnovo Bariano-Ceneselli – ESORDIENTI 2003 ALTOPOLESINE
Castelmassa – UNDER 14 MASCHIE GS TOR 
Corbola – UNDER 15 ACCADEMIA KARATE SHOTOKAN 
Costa di Rovigo – FEDERICA FRANCESCHETTI (Padovanuoto) 
Fiesso Umbertiano – LUCA MARTINELLI (Circolo culturale sportivo fiessese Life Club)
Lendinara – PICCOLI AMICI 2008 UNION VIS LENDINARA 
San Bellino, Bagnolo di Po, Castelguglielmo, Pincara, Villanova del Ghebbo, Fratta, Canda – PICCOLI AMICI VILLA AZZURRA
Porto Tolle – UNDER 12 e 13 SCARDOVARI VOLLEY 
Fratta Polesine – SETTORE GIOVANILE ARTE DEL MOVIMENTO
Loreo – GIOVANISSIMI LAURETUM
Occhiobello – PULCINI 2007 LA VITTORIOSA
Polesella – GIOVANISSIMI GIOVANE ITALIA
Porto Viro – ANDREA ROSSI (Pgs San Giusto)
Rovigo – UNDER 15 RHODIGIUM BASKET
Stienta – PICCOLI AMICI POLISPORTIVA STIENTESE
Taglio di Po – GIOVANISSIMI USD TAGLIOLESE
Trecenta – MICHELE GALASSI (Rovigonuoto)
Villanova del Ghebbo – MATILDA CAVALLARO (Corpo Libero)
Villanova del Ghebbo – KEVIN RIZZO (Fujiyama Dojo)
Villadose – NICOLA BOLZANI (Rhodigium Boxe, distaccamento Villadose)

 

 

 

SEGNALATI DALLE FEDERAZIONI:
Ciclismo – GIOVANISSIMI GRUPPO CICLISTI BOSARO EMIC
Ginnastica – SQUADRA GIOVANILE SAR RITMICA GIMNASIA
Baseball Softball – RAGAZZI UNDER 12 ADRIATIC LNG BSC ROVIGO
Canoa – PAOLO IMPARATO e MATTEO GIRARDI (K2 CADETTI A Gruppo Canoe Polesine)
Calcio – MATTEO SONCIN (Bocar Juniors Cmp / Ac Milan)
Judo Karate – NICOLO’ ROSSI (Eurobody)
Nuoto – GIULIA MAGGIO (Padovanuoto /Rovigonuoto)
Pallacanestro – BENEDETTA AUGUSTI (Scuola Basket Polesine)
Pallavolo – RAPPRESENTATIVA PROVINCIALE UNDER 13 FEMMINILE
Sport Equestri – CAMILLA MANIEZZI e SARA POZZATI (Circolo Equestre Il Bosco)
Sport invernali – MATTEO SPERINDIO (Sci Club SS309)
Rugby – UNDER 14 RUGBY FRASSINELLE
CIP – SONNY LEONARDI (Canoe Rovigo)
CIP – LUCIANO CESE (Uguali Diversamente)

 

APPENDICE  FLASH STORY “FROM LONDON 2012”/ ( by www, by www.finp.it ,  ) / STEFANIA CHIARIONI

Data di nascita: 01/07/1979 / Luogo di nascita: Ferrara / Residenza: Canaro (RO)
Stato civile: nubile / Società d'appartenenza: Circolo Canottieri Aniene
Responsabile Tecnico Nazionale: Riccardo Vernole
Debutto nella disciplina: 2010 / Categoria: S05-SB04-SM05
Primi allenamenti: 2006
Origine/natura della disabilità: ictus ischemico
Professione: studente / Hobby: cinema, sport, lettura

PALMARES/
Paralimpiadi
Esordiente

Campionati del Mondo
7^ 50m farfalla, 9^ 200 misti  2010 - Eindhoven (NED)

 Campionati Europei
5^ 50m dorso, 7^ 50m sl,    2011 - Berlino (GER)
8^ 50m farfalla, 9^ 200m misti
10^ 200 sl

SCOPRIAMO STEFANIA CHIARIONI

Stefania, esordiente alle Paralimpiadi di Londra 2012 è una sportiva da sempre, fin da piccola è riuscita ad alternare gli allenamenti in vasca per la disciplina del nuoto con quelli in palestra per la pallavolo. Si è avvicinata al nuoto paralimpico nel 2005, un anno dopo l'incidente, grazie alla mamma e alla sua fisioterapista e proprio da quel giorno nacque il motto che l'accompagna in ogni trasferta: "senza sport non posso stare".  Allenata da Daniele Naldi dapprima nella Società Atletico H, Circolo Canottieri Aniene poi, Stefania ha partecipato nel 2010 ai Campionati Italiani del Mondo ad Eindhoven e agli europei di Berlino l'anno seguente. Solare e sorridente nell'aspetto, Stefania nasconde dentro di sè un'anima ribelle, fin tanto da svelarci che prima dei temutissimi 50 farfalla desidererebbe l'adrenalina di un pezzo rock sul blocco di partenza. Chissà... che all' Aquatics Centre il 7 settembre non accada davvero? Magari con London Calling...

I giorni le gare e gli orari *( batterie) in cui Stefania sarà impegnata nell'Aquatics Centre di Londra:

venerdi 31 agosto - 200 Misti Individuali SM5 ore 11.33
sabato 1 settembre - 200 Stile Libero S5 ore 11.04
venerdi 7 settembre - 50 Farfalla S5 ore 11.08

 

 

 

EXTRATIME by SS/ La  cover è kit targato PolesineSport per la straordinaria Stefania Chiarioni che ho conosciuto da ‘young’ pallavolista ad Ariano nel Polesine e che …è la nostra ‘portabandiera targata “Polesani nel Mondo” in tutti i migliori palcoscenici sportivi del mondo e che ci ha ‘onorato’ a London 2012 aspettando Rio 2016.

Poi per quanto riguarda la fotogallery vi proponiamo tout court tutte immagini trasmesseci e che , visto i nomi noti e le citazioni nei file, non hanno bisogno di ulteriori speciali indicazioni e didascalie.
Infine nel rispetto del ‘grido di allarme’ by Lucio Taschin per noi “man on the road” pro All Sports, vi proponiamo come contro cover dulcis in fundo Lucio Taschin Delegato Coni Rovigo in kit tandem con Stefania Chiarioni "polesana in the world" e con due significativi ‘pensieri filosofici’ sui quali il CONI svilupperà il suo futuro con “ Tutti Protagonisti, Nessuno Escluso”.
A completamento delle Top Ten flash ecco … image of the people by www.polesinesport.it che grazie alle Story come quelle di Stefania Chiarioni & Friend proposte forever in the world ha già superato i  460_MILA contatti e le oltre 750_mila pagine viste senza affidarsi a Facebook, Twitter o Istagram , che rispettiamo e stimiamo ma che per scelta non abbiamo ancora utilizzato, per non distoglierci da quel meno gasato focus story che rimane la nostra priorità.

Paolo Romagnolo & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it