Sul PO al ristorante Corte Vallona OK cucina coi risotti, la ‘zucca’ e… tortelli d’oro by Ravagnani & Mantovani


16/11/2020

Quando arriva una ‘flash story’ by Franco Rizzi, cantastorie dell’enclave altopolesano, bisogna fare un bel respiro, rifiatare, prima di ripartire ed andare in viaggio per onorare…chi di dovere, tanto più se parliamo di precursori.
E allora, si cerca qualche immagine che vada oltre i ‘piccoli flash’ ricevuti, giusto per andare otre il sistema facebook e non riproporre comunque quel che già si trova direttamente sui relativi siti aziendali.
Detto questo , eccovi in tandem Giorgio Ravagnani e la sua signora Elvira Mantovani, come precursori e Polesani in the world fin da quando hanno gestito il bar prima di pensare ad una nuova vita ancor più interregionale col loro ristorante Corte Vallona, sempre a Castelnovo Bariano , per loro the house of the rising sun.
Soprattutto grazie ai loro risotti, ai loto …Tortelli d’Oro , frutto della trilogia vincente maturata a Melara , sempre base di lancio i famosi cappellacci con la zucca.
Per una cucine diventata ‘arte culinaria’ come ben ci spiega Franco Rizzi col suo reportage dal sapore anche ..storico, che vi proponiamo tout court e completato in fotogallery con alcune significative immagini tra zucca e passione ora made in Corte Vallona (info 0425/87656 e www.ristorantecortevallona.it. ) che peraltro osserva il turno di riposo il lunedì e il martedì a pranzo.


MAIN NEWWS ( di Franco Rizzi, mail 15.11.2020)/ CASTELNOVO BARIANO, CORTE VALLONA : RISTORANTE TIPICO DELLA CUCINA DI CONFINE INTERREGIONALE
SUL PO
Sul Po lombardo-veneto-emiliano trionfa la cucina tradizionale appetita dai gourmet ognitempo.
Tipico esempio il ristorante Corte Vallona immerso nella campagna castelnovese carica di storia.

 

Corte Vallona era nel '600 la residenza di caccia dei toscani marchesi Strozzi, clan familiare potente pure da queste parti per i vasti possedimenti terrieri fluviali. Nel 1995 la signora Elvira Mantovani con il marito Giorgio Ravagnani gestiva un bar a Castelmassa ma allora decise il gran salto nella ristorazione, acquistando la vecchia grande villa degli Strozzi ormai in rovina. Originale il restauro nel rispetto dei vincoli di legge tanto che mobilio, stile, arredi ricordano i tempi passati; l'ampia veranda climatizzata è adatta per cene d'affari e cerimonie.

 

Adesso dopo oltre un ventennio di meritoria attività Corte Vallona è una realtà importante nel panorama interregionale sul Po della cucina tradizionale. La signora Elvira Mantovani si cimenta con successo ai fornelli, il figlio Michele Ravagnani una laurea in ingegneria ma chef e sommelier a casa sua, il tutto con la supervisione di papà Giorgio.
Specialità peculiare il cappellaccio di zucca per cui Corte Vallona ha vinto per un triennio (2008-2010) il Tortello d'oro, concorso gastronomico interregionale lombardo-veneto-emiliano alla rinomata festa della zucca di Melara. Cappellacci fatti in casa e conditi amarcord con burro fuso, parmigiano e un pizzico di salvia. La signora Elvira ha sostituito alla salvia una restrizione di passito, gusto dolce venato di mandorla onde premiare il ripieno di zucca.

 

Ben 25 i risotti offerti alla Vallona in riferimento alle stagioni: zucca e tartufo e varianti con scamorza e funghi (autunno); salamella (inverno); verdure (primavera). Nei secondi trionfano la fiorentina e la carne alla brace, oltre alla selvaggina di stagione. Pesce di fiume ovviamente (pescegatto e anguilla). Amenità ferrarese la tigella. Un tocco di extraterritorialità lo danno i piatti a base di struzzo. Non mancano i dolci casalinghi tra cui il tiramizucca inventato dall'ingegner Michele. Vini: oltre 50 di etichette doc fra bianchi e rossi: non mancano le bollicine per prosecco, docg e champagne. A richiesta menù vegetariano o senza glutine.

EXTRATIME by SS/ In cover e in tandem  Giorgio Ravagnani & Elvira Mantovani, protagonisti by Ristorante Corte Vallona da Castelnovo Bariano ...in the world.
Come peraltro documentato anche in fotogallery, sia con vista esterna che durante la storica premiazione a Melara del Tortello d’Oro 2008.
Sempre con ‘chief’ Elvira Mantovani al centro della scena, come nella foto ch evi proponiamo, con questa story targata Franco Rizzi, il cantastorie dell’Altopolesine, grazie ala quale anche il nostro Sito www.polesinesport.it viaggia alla grande a livello internazionale, visto che proprio in questi giorni( vedi certificazione finale) ha superato 700/mila contatti grazie anche ad una buona media di contatti e pagine viste giornalmente.

Franco Rizzi & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it