Vendemmiati e Natali d’oro in casa Delta 2000 & Union At. E se Dervishi cala il tris, Marzola e Faedo fan sorpasso. Poi "slow food" Adriese...


31/01/2011

Quindi Michele Florindo segna pro Sottomarina Lido, mentre il Rovigo fa stop a Treviso. E ...della partita sospesa al 20’pt tra Canaro e Gaiba ne parleremo a parte. Perché noi pensiamo positivo e segnaliamo piuttosto la bravura e le parate di Simonato (Loreo) e Broggio (Adriese), e diciamo ‘bravi’ a chi gioca a calcio prima di tutto per essere “Signori” piuttosto che “Campioni senza valore”. E allora onora al Rovigo anche se ha perso per 1-0 a Treviso, visto come l’ha spiegato mister Parlato ai taccuini di GP Zorzo su Il Gazzettino:<< Abbiamo affrontato la prima della classe con un organico ridotto per le molte assenze dovute a squalifiche ed infortuni. Credo che a determinare il risultato sia stato la maggior esperienza del Treviso. Se guardate le date di nascita delle due formazioni vedrete che c’è una netta differenza, ma sono contento lo stesso perché i giovani che sono scesi in campo si sono comportati bene>>.  Perciò onore a Fabio Cazzadore e agli altri baby messi in campo dal Rovigo del presidente Calanca, mentre in SERIE D alle spalle del Treviso capolista resta in scia il Venezia winner per 2-0 sul Chioggia, mentre il Rovigo si fa agganciare dal San DonàJesolo in zona play o

ff e l’Este dell’Agostini polesano vince per 2-0 e convince a Torviscosa e a centro classifica.
Intanto in ECCELLENZA il Delta 2000 capolista ha fatto 13… di vantaggio sulla seconda.
Tutto per effetto della vittoria in casa del Romano d’Ezzelino che ho sentito raccontare in cronaca diretta per Delta Radio da Roberto Pizzoli, compreso il gol di match winner Nazzareno ‘trottolino’ Vendemmiati, potente preciso al ‘Mercante di Bassano del Grappa contro il Romano d’Ezzelino, decisivo su punizione al 33’ st.

E perché nel big match, alle spalle della capolista, l’Ardita ha sbancato per 3-0 il campo della Feltreseprealpi che così subisce sorpasso anche dal Sottomarina lido ora terzo a quota 30 per effetto del 2-0 sul Favaro. Da segnalare che l’amico Marco Lanza su Il Gazzettino ha sottolineato così il riscatto del polesano Michele Florindo:<< Al 4’ della ripresa è decisivo il super fendente di Florindo dai 28 metri per trovare l’angolo: realizza proprio l’autore del clamoroso autogol di Adria, riscattandosi così pienamente!>>
Bravo quindi Florindo e bravo anche Varagnolo ad ‘inzuccare’ poco dopo per il 2-0 definitivo>>. Passando al fondo classifica, certo c’è sempre l’Adriese , ma la squadra di mister Silvano Tumiatti continua il suo fruttuoso viaggio ‘slow food’ con il quarto pareggio, stavolta 1-1 in casa della Piovese dove era andata in vantaggio con Bardelle e dove il mister ha sottolineato i “miglioramenti rispetto al girone d’andata anche per merito dei nuovi acquisti e …ci manca ancora un attaccante per completare la rosa, ma questa settimana arriverà una punta uruguayana>>. Intanto adesso l’Adriese ‘dei pareggi ‘ si è avvicinata a -1 dal Rossano penultimo.

Passando in PROMOZIONE  bisogna dire che ‘repetita juvant’ quantomeno in casa Lapecer, visto che , come l’altra domenica’ hanno segnato in sequenza Giacomo Crepaldi ed Anastasio Marzola per il 2-1 esterno in casa della Legnarese. E qui voglio spendere un ‘applauso’ proprio a Marzola, perché a volte leggo e pare che sprechi troppi gol. Ebbene può anche essere vero, ma lui Marzola le occasioni le trova e se le procura e poi …a desso è a quota 7 e avere un centravanti che firma sempre ‘minimo una decina di gol a stagione’ beh, è una fortuna e può garantire ( come da due stagioni a questa parte) la zona play off al Lapecer di mister Grassi, guarda caso ora solitario al secondo posto a -5 dal Pozzonovo di mister Fiorin che ha impattato 1-1 nel big match col Saonara Villatora terzo. Ma in zona play off meritano la ‘nomination’ altre due squadre polesane, appaiate al quarto posto a quota 31: Porto Viro e Union At. Intanto il Porto Vito di mister Fulvio Fellet che ha pareggiato 1-1 a Conselve grazie al gol di Pianta all’8’ st. Con quance rimpianto sottolineato da Andrea Battiston su La Voce di Rovigo:<< Per il Porto Viro si può parlare di due punti persi >>, raccontando poi in cronaca le occasioni sciupate da Elia, beccati e Paralovo nella parte finale del match. Per quanto riguarda l’Union At bisogna dire che ha vinto per 1-0 un match difficile sul sintetico della Solesinese di mister Ricci. Ebbene c’è voluto un eurogol di Mattia Natali al 27’ st spiegato così ai taccuini ‘sensibili’ di Sandro Partesani da parte del ds Masotti su la Voce di Rovigo:<< Ho pensato e ripensato dove ho visto un gol così. Solo in tv, Quagliarella contro il Chievo , non è roba che si vede in queste categorie. Eurogol fantastico e poi sono arrivati anche i tre punti>>.

E sotto la fotina di Mattia Natali la scritta è eloquente:<< Che gol! Sorprende il portiere con una magia da 45 metri>> . ma voglio sottolineare il rientro di Thomas Bonfante e il fatto che in casa Union At è stato peraltro bravo il tandem presidenziale Stocco & Bellinato a ridimensionare e far ‘diminuire’ i decibel delle proteste. E così la rosa è ritornata più ampia, tant’è che l’ottimo Pagliarini è partito dalla panchina, mentre la difesa ha preso spunto dal difensore-scrittore Claudio Bellettato per limitarsi a “Dieci Parole” (come il titolo del suo libro ‘particolare’ presentato in settimana a Rovigo) per bloccare gli attaccanti avversari.
Fermo restando che saranno ben accette le ulteriori parole-gol da parte del tandem d’attacco Cestaro – Guccione.
Di certo invece – l’ha detto lui - si farà sentire in Federazione il ds Massimo Bovolenta del Loreo, recriminando per un rigore non concesso per trattenuta su Deni Crepaldi mentre cercava di ‘mettere in rete’ una palla sfuggita al portiere Bettella del Thermal Ceccato.
Un fallo evidente che il sottoscritto ha raccontato in diretta per Delta Radio, come peraltro la gran parata del portiere Simonato sul rigore calciato dal padovano Minio al 45’ pt.

Sta di fatto che tra il Loreo di mister Augusti e il Thermal Ceccato del neo mister Romano è finita 0-0, con i polesani che restano peraltro appena sopra zona play out, mentre i padovani del ds Massimo Ceccato continuano il loro recente trend positivo.

Amarezza polesana invece in PRIMA CATEGORIA. Innanzitutto per lo Scardovari che in casa stava vincendo per 2-0 ( gol Poncina e Andreello) ma che poi ha subito sorpasso dall’Altopolesine , in gol con la tripletta di superman Erion Dervishi.
Chissà, probabilmente il fatto che mister Maistrello abbia dovuto rinunciare a Mazzagallo (al suo posto è entrato Boscolo al 1’ st) si è fatto sentire in casa Scardovari, che così scende a -3 dalla capolista Casalserugo (2-1 sull’Atheste). Peccato, ma anche per la Tagliolese di Franzoso che ha subito il 2-1 in casa della Villanovese, brava a segnare al 90’ il gol del sorpasso col ‘solito’ Faedo. E dico ‘solito’ perché il ragazzino della juniores di mister Emiliano Marini  l’ho visto segnare una doppietta decisiva per la Villanovese di GP Zanaga anche contro lo Scardovari.  Insomma un’incompiuta la Tagliolese a trazione anteriore, se consideriamo che 27 gol subiti sono troppi per una compagine da ‘corsa play off’. Per quanto riguarda le altre polesane del girone, va detto che hanno pareggiato sia la Fulgor Crespino di mister Luca Fabbri  ( 1-1 , gol di Grandi contro il Maserà di Pippo Maniero) e sia il Badia di Piccinardi (doppio recupero con Galassi e Romani per il 2-2 col Boara Pisani che era scappato coi gol di Esposito e Lissandrin). Comunque una giornata positiva per le polesane da zona salvezza, visto che il La Rocca ha solo pareggiato 2-2 col Porto fanalino di coda. Tutto questo in un girone da 15 squadre  ( il Cavarzere era a riposo) e che mostra come già retrocesso il Porto, mentre solo la penultima e la terzultima saranno costretti a cercare la salvezza attraverso i play out. Perciò, al momento le altre polesane, salvo il Badia terzultimo a -1 da La Rocca) sarebbero salve.

Dove poteva esserci qualche scossone, cioè in SECONDA CATEGORIA, beh nel Girone I  questo non c’è stato. Infatti c’era lo scontro al vertice Stientese – Castelbaldo, con la speranza vittoria per i polesani di mister Lorenzo Visentini in funzione anche n sorpasso. Invece è finita 0-0, così il Castelbaldo resta in vetta a + 2 sulla Stientese, mentre si avvicina come terzo incomodo il San Marco Arquà di mister Saterri, winner 2-0 (gol Simioli e Astolfi) sulla Lendinarese. Più staccato ma sempre vincente, lo Stroppare ha battuto per 3-0 la Fluminense. E il Gaiba? La squadra di mister Enrico Ghisellini giocava a Canaro. Il risultato? Si era sullo 0-0 al 18’ pt. La cronaca racconta di un gol annullato per fuorigioco al Gaiba e ,un  minuto, di una ammonizione ed espulsione a Buratti. Sta di fatto che l’arbitro Benassi di Legnago , visto che – spiega Mario Tosatti,  su Il Resto del Carlino – “si accende un parapiglia generale” , fischia la fine e scappa negli spogliatoi.
Per quanto sopra il discorso play off è ancora aperto, tanto più che sono tornate a vincere sia il Santa Sofia (2-0 sul San Pio X) e del Boara Polesine (per 3-1 sul Grignano).
Così Gigi Patrian , in cronaca diretta per Delta Radio, oltre a raccontare il ritorno al gol di bomber Braggion) si è detto felice per la vittoria del Boara mentre segnalava che nel ritorno a casa avrebbe pianto per la sconfitta del Rovigo.
Praticamente un siparietto simpatico da ‘scherzi a parte, come l’abbaiare radiofonico del cane – Tobia a fare sottofondo alla voce di salvatore Binatti gran conduttore. Ma questo è il ‘bello della diretta’  Per quanto riguarda la zona play off, da segnalare lo scoppiettante 4-4 tra Eridano e Frassinelle, visto che i locali erano in vantaggio per 4-1 ma poi ( rimanendo piano piano in 7 ) si fanno agganciare dalla doppietta di bomber Sette e dal definitivo pareggio di Rossin addirittura al 99’ , cioè al nono minuto di recupero. Senza troppi scossoni il pareggio 1-1 tra Deserto e Costa.
Più scoppiettante la SECONDA CATEGORIA, Girone L, dove c’è stata la caduta della capolista San Vigilio sconfitto per 3-1 in casa del Pontecorr che così diventa secondo. Ovviamente diestro al solitario in vetta Arzergrande che nel frattempo ha solo pareggiato 1-1 in casa del Rosolina affamato di punti.
Buono invece il pareggio 1-1 del Bottrighe che aggancia così il San Vigilio al terzo posto e a quota 37. Buono perché la squadra di mister Nasti contro la Santangiolese ha agganciato il pari addirittura su autorete dei padovani nell’ultimo giro di lancette.
Da sottolineare peraltro che adesso anche i Blucerchiati di mister Paganin, vincenti per 2-1 il derby sullo Zona Marina, si avvicinano alla zona play off, per essere a -2 dall’Arre che ha solo pareggiato 1-1 in casa del Battaglia Terme.
Al di fuori di tutti i problemi, cioè a centro classifica, va registrata la sconfitta del Pettorazza di Bregolin per 1-0 in casa della Patavina Polverara.

A completamento di questa panoramica settimanale, in TERZA CATEGORIA/ ROVIGO fa notizia il ‘soltanto’ pareggio della Fiessese  di Marzanati bloccata sul 3-3 in casa del Salara di mister Tomaini, tanto più che il pareggio della capolista è arrivato su autorete di Tredesini a pochi spiccioli dal termine.
Così ne ha approfittato La Vittoriosa di mister Pincelli per l’aggancio favorito dalla vittoria per 2-0 sul Granzette (gol Moretto e Veronese). Per la corsa play off si ripropone al terzo posto il Polesella di Thomas Prearo winner per 3-2 in casa del Pontecchio,  ma resta in scia il Papozze di Alessandro Mantoan bravo a sbancare Guarda Veneta per 2-1 ( gol Scaranaro e Marco Bovolenta), come il Ficarolo vincente per 3-0 a Baricetta e come la Turchese di Fusetto che ha liquidato per 2-0 il Due Torri.
Fuori dallo sprint c’è da registrare poi la vittoria per 2-1 del Roverdicré nel derby rodigino sul Duomo come la vittoria del Villadose per 3-1 in casa del Buso fanalino di coda.
Passando alla TERZACATEGORIA/ PADOVA qui la polesana Cà Emo ha fatto colpo grosso grazie alla vittoria per 2-1 in casa del Bagnoli. E così visto il pari in bianco tra la superstar capolista Azzurra Due Carrare e l’Atletico Villa, adesso al secondo posto (a -15 comunque dalla capolista) si è formato il trio Cà Emo, Atletico Villa e Bagnoli. Per quanto riguarda le altre due polesane, va segnalato che il San Martino di Venezze ha battuto 1-0 il Redentore mentre il Beverare riposava.
Andando a chiudere con la TERZA CATEGORIA / VERONA c’è da registrare che il Bergantino non ha fatto il miracolo ma ha perso per 4-1 in casa contro i veronesi del Bonarubiana.
EXTRATIME/ La cover è per Michele Florindo che ho fotografato da bomber nel match tv San Marino vs Cittadella del 2005. Quindi nella fotogallery partiamo con Nazzareno Vendemmiati match winner pro Delta 2000 vs Romano d’Ezzelino, e poi per onorare il golden boy Mattia Natali  che tra l’altro ricordo essere stato il calciatore più votato in un referendum de Il Resto del Carlino d’inizio Terzo Millennio. A seguire onoriamo il pareggio ‘slow food’ dell’Adriese proponiamo la troika Giorgio Zanellato , Olivo Frizzarin presidente e Silvano Tumiatti allenatore. E continuando nella fotogallery onoriamo il tandem tecnico del Loreo attuale mostrandoli in foto storica ‘tandem giocatori’ con Pino Augusti a dx in piedi e il ds Bovolenta allora portiere – capitano. Quindi l’Altopolesine 2009-10 di bomber Dervishi (primo da sx) andando a mostrare l’attuale mister Thomas Prearo del Polesella come ‘capitano’ nel match della scorsa stagione in casa de La Gazzella, peraltro l’ultima disputata dalla società altopolesana.



Sergio Sottovia
www.polesinesport.it