Vienna & Torneo football gaelico Centro-Sud Europa/ Coi veneti Andrea Furlan e Alessandro Grego arbitri


12/05/2015  

Quando ci scrive Raffaello Franco ( di casa su questo sito) è segno evidente che la sua comunicazione riguarda un evento di spessore nazionale od internazionale. Come dimostra la sua seguente mail odierna:” Invio comunicato stampa di presentazione del prossimo torneo internazionale GAA che si giocherà a Vienna Sabato prossimo, 16 maggio 2015, dove saranno protagonisti l'arbitro rodigino Alessandro GREGO ed il padovano Andrea FURLAN”.
E allora ecco il suo reportage di presentazione dell’ Evento Story cui noi aggiungiamo soltanto la certificazione fotografica per onorare i sopracitati arbitri veneti che abbiamo flashato direttamente allo Stadio Battaglini di Rovigo in occasione di uno storico evento internazionale appunto di football gaelico di cui vi abbiamo dato conto a suo tempo.


MAIN NEWS ( di Raffalelo Franco/ New Ascaro Rovigo, mail 12.05.2015) / FOOTBALL GAELICO INTERNAZIONALE: AL TORNEO DI VIENNA MCGRATH CHIAMA A DIRIGERE GLI ARBITRI VENETI ALESSANDRO GREGO E ANDREA FURLAN

La stagione del football gaelico entra nel vivo. Ci apprestiamo infatti a vivere il secondo appuntamento con il torneo regionale centro-sud Europa che si giocherà a Vienna il prossimo 16 maggio dove, ancora una volta, saranno protagonisti i nostri arbitri che, anche a Monaco di Baviera nello scorso mese di Aprile, hanno saputo distinguersi per precisione e competenza tanto da meritare gli elogi dagli organizzatori e dagli atleti presenti nella capitale della Baviera.

Per il torneo austriaco il designatore Tom McGrath ha scelto il padovano Andrea Furlan, già presente a Monaco di Baviera dove ha arbitrato anche la finale maschile ed il rodigino Alessandro Grego, al debutto stagionale dopo l’ottima prestazione fornita nelle finali pan-europe (unico italiano presente, n.d.r.) giocate a Maastricht, in Olanda, nello scorso mese di Ottobre dove ha diretto 10 gare (nelle categorie senior e junior, tra cui il Belgio poi laureatosi campione europeo Senior, e la finale Senior B, derby tutto francese, tra Paris Gaels e Liffrè, n.d.r.).

A dirla tutta, la pattuglia dei direttori di gara italiani diretta a Vienna, doveva essere completata anche dall’altro rodigino Lorenzo Zago, che ha dovuto però rinunciare alla chiamata di McGrath in quanto si trova ancora fermo ai box dopo il leggero risentimento muscolare patito proprio nel torneo di Monaco. Zago, con i quattro colleghi diplomatesi reiteoir (arbitro in lingua gaelica, n.d.r.) nell’aprile del 2013 nel corso di Rovigo promosso dalla Gaelic Athletic Association, tornerà in campo il prossimo 13 giugno dove, nel torneo di Padova valevole come terza tappa del campionato regionale centro-sud Europa, Tom McGrath presumibilmente impiegherà tutti e 5 i nostri arbitri internazionali che oltre a Zago, Furlan e Grego, vedono la presenza del padovano Alessandro Rasi e dell’altro rodigino Alessandro Raimondi. Si tenga conto che in questi tornei solitamente McGrath utilizza dai 3 ai 5 arbitri. Il numero dei direttori di gara necessari dipende dal numero delle squadre, maschili e femminili, iscritte al torneo e, di conseguenza, dal numero di partite. Nel torneo regionale dove sono impegnate le squadre italiane, partecipano team provenienti da Germania, Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Svizzera e Polonia, tutte nazioni nelle quali sono presenti arbitri e qualcuno anche di nazionalità irlandese. La costante e massiccia presenza di direttori di gara italiani a queste competizioni sono un chiaro segnale di quanto i nostri “fischietti” siano apprezzati e ben visti nell’ambiente “gaelico” europeo. Un onore per tutto il nostro ancor giovane movimento.

Sono passati solo 931 giorni da quello storico 27 Ottobre 2012 quando l’Ascaro Rovigo e il Padova Gaelic Football si affrontarono al Comunale di Buso di Rovigo nel primo storico incontro di football gaelico giocato in Italia con in palio l’Adige Cup, ancora oggi, l’unico trofeo ufficiale del “Belpaese”. Quel giorno fu Alessandro Grego a dirigere il match poi vinto dal team biancorosso. Studiando un regolamento scritto in inglese scaricato da internet e visionando diversi video grazie al “social” Youtube, Grego preparò la vigilia del match gettando così le basi per quella che oggi è l’apprezzata scuola arbitrale del football gaelico nazionale. Un compito non semplice che comunque Alessandro Grego riuscì a gestire grazie all’esperienza maturata negli anni passati, tra il 1996 e il 2009, (aimè già troppo anziano per far carriera, n.d.g.) in FIGC ad arbitrare in Terza Categoria e nei vari campionati giovanili tra le provincie di Rovigo e Verona ed alla grandissima passione che da sempre nutre per molti sport, soprattutto calcio, basket e tennis, in passato praticati anche a livello agonistico.

Manager nel settore servizi alle imprese in un ente pubblico, il 44 enne Grego è padre di una splendida bambina di 5 anni ed è da sempre tifosissimo (abbonato da anni) del glorioso Bologna F.C. e del Calcio Rovigo, tanto che all’epoca della “serie C” (oggi Lega Pro) nel 2008 fu l’ideatore del “Gruppo Annebbiati” nato per sostenere i biancoazzurri.

Poi arrivò la nuova passione per il football gaelico, questa nuova disciplina che fece capolino in Italia per la prima volta a Rovigo nel 2011 e la decisione, come detto, di contribuire allo sviluppo del movimento mettendo a disposizione la propria esperienza di arbitro ma anche di giocatore. Nella prima ora del calcio gaelico rodigino, lo vediamo infatti anche impiegato nell’attacco rossoblu, orgoglioso protagonista nella spedizione romana della “sporca dozzina” che tanto si fece onore nel primo torneo ufficiale GAA organizzato in Italia nel 2014. Nel frattempo, nel mese d’aprile dello stesso anno, lo vediamo tra i partecipanti al corso di reiteoir (arbitro in lingua gaelica) internazionale svoltosi a Rovigo, dove si diploma a pieni voti con i colleghi Furlan, Raimondi, Rasi e Zago. Da quel momento ha sempre risposto con impegno e dedizione alle chiamate del designatore irlandese Tom McGrath arbitrando nei tornei di Rovigo (2 volte), Padova, Roma e, come detto, alle finali europee di Maastricht dello scorso ottobre. <<L’esperienza di Maastricht – sottolinea Grego - è stata unica e molto intensa. Formativa dal punto di vista sia arbitrale che umano, oltre che utilissima per migliorare il mio inglese. ll torneo, giocato per la prima volta con la rivoluzionaria formula che ha spalmato su un’unica giornata tutte le partite (oltre 50, n.d.r.), è stato davvero duro, per i giocatori ma anche per noi giudici di gara, anche perché si è giocato in una più che anomala giornata di caldo estivo che stride con l’idea di Olanda che ognuno di noi ha, soprattutto se pensiamo ad un sabato di fine ottobre. Un momento comunque indimenticabile che mi ha permesso anche di conoscere e confrontarmi con i vertici irlandesi ed europei della Gaelic Athletic Association e di cenare e stringere la mano al presidentissimo Liam O’Neill>> certo un onore non alla portata di tutti!
Adesso Alessandro Grego è pronto per l’avventura viennese. A lui ed al collega Andrea Furlan va il nostro “in bocca al lupo!”

EXTRATIME by SS/ La cover è per il tandem Furlan & Grego ( a dx) prossimi arbitri al torneo di Vienna.
A seguire in fotogallery il flash poster che mostra da sx gli arbitri ‘gaelic football’ Rasi, Tony Rass, Zago, Furlan e Grego che ho fotografato allo Stadio Battaglini di Rovigo in occasione del primo Evento Story Internazionale organizzato da Raffaello Franco in Polesine.

A loro i nostri auguri internazionali, visto che questo sito anche oggi ( come ieri) è stato visitato in ‘contemporanea daily’ direttamente da tutti i 5 Continenti del Mondo, come dimostra in merito la mappa ‘Geolocalizzazione’ in data odierna che vi proponiamo come last photo.

 

Raffaello Franco & Sergio Sottovia
www.polesinesport.it