“30 Anni del Campionato più bello del mondo” in Dvd by Germano Bovolenta/ JUVE 2004-05 Campione d’Italia


03/04/2014

Cominciamo a vedere il rettilineo d’arrivo, raccontandovi, relativamente a questo campionato 2004/2005, la 27esima tappa di questo nostro affascinante viaggio lungo trent’anni.
Parlandovi di una stagione con tanti titoli di coda, ma che sul campo ha visto la vittoria bianconera nel “Campionato più bello del mondo” ; vinto cioè dalla JUVENTUS di mister Fabio Capello e raccontato by Germano Bovolenta ‘Signore della Rosa’, alias La Gazzetta dello Sport.
Il tutto estrapolato by “Almanacco” a compendio dei “30 Speciali Dvd” che ho visto e rivisto e ancor più visto e piaciuto tappa per tappa, non speedy ma slowly per memorizzare meglio i suoi “Trent’anni” targati “Io ti Amo”.
E per un campionato che ha proposto un trio prestigioso sul podio ( ORO by JUVENTUS quindi ARGENTO by MILAN , poi BRONZO nerazzurro by INTER), mentre in sequenza e a completamento della TOP TEN troviamo Udinese, Sampdoria, Palermo, Messina, Roma, Livorno, Reggina.
Tra conferme e novità , per quel che riguarda le protagoniste di una stagione che oltre ad aver regalato alla Storia del Calcio la JUVE winner , ha messo anche in mostra la sorpresa Messina allenata da Bortolo Mutti.
Senza contare gli allenatori emergenti , vedi Daniele Arrigoni/Cagliari, Walter Mazzarri/Reggina, Luciano Spalletti/Udinese oltre ai collaudati Ancelotti/Milan e Zeman/ Lecce.
Tutte ‘eccellenze’ di cui vi parleremo, insieme ad altre, in questa “Ventisettesima” puntata del “Campionato più bello del mondo” , cioè quello italiano che La Gazzetta dello Sport ha ‘messo in mostra’ nei suoi 30 speciali Dvd che hanno avuto la speciale supervisione di Germano Bovolenta.
Peraltro un campionato proposto in maniera tecnologica ed estremamente professionale by La Gazzetta dello Sport, che con gran piacere ho personalmente visto e rivisto, con tanto di fermo immagine su diversi Personaggi Story che peraltro qui su www.polesinesport.it si sono meritati specifici approfondimenti, nonché particolari link by wikipedia.
Anche per questo eccovi come tutte le settimane e in sequenza cronologica, questo significativo ‘racconto ’ tratto dall’Almanacco stagionale, che stavolta in cover e nel “SE LA GIOCANO” snocciola i nomi dei “Nove-Giocatori- Nove” più il presidente Lotito, il mister Spalletti, la squadra winner LA JUVENTUS e la concorrente IL MILAN
Fermo restando che Germano Bovolenta, “Signore della Rosa”, all’interno dell’ALMANACCO ha caratterizzato ‘a modo suo’ ogni stagione tra titolo e focus.

Un Almanacco dove altresì segnaliamo puntualizzate così in sequenza le rubriche “I COLPI DI MERCATO: I MAGNIFICI CINQUE”, e “TUTTE LE FORMAZIONI- ROSE E PRESENZE”, quindi i “CANNONIERI” , la CLASSIFICA DELLA SERIE A e LA CLASSIFICA DELLA SERIE B , poi LA CURIOSITA’ e  L’UOMO DELL’ANNO ed infine il “DIETRO LA LAVAGNA”.

Rimandandovi per parte nostra, all’Extratime per qualche altro dato di riferimento all’ Almanacco 2004/2005, mentre vi proponiamo tout court questa “Ventisettesima” delle 30 tappe del nostro viaggio, mettendo su podio Germano Bovolenta e i ‘suoi’ Protagonisti.
Ma senza dimenticare le seguenti società retrocesse: Bologna ( dopo spareggio col Parma, con i seguenti risultati: Parma – Bologna 0-1 il 14-06-2005 e Bologna – Parma 0-2 il 18.06.2005) e poi Brescia e Atalanta ultima.

MAIN NEWS/ ( di Germano Bovolenta) / SCUDETTO REVOCATO
<<  La Juventus vince ma lo scudetto sarà revocato. Il campionato 2004-05 è infatti setacciato dalla giustizia sportiva per un giro di intercettazioni telefoniche che coinvolgono dirigenti di Juve, Lazio, Fiorentina e Milan oltre che arbitri e uomini della Federcalcio.
Emergono irregolarità e la Juve sarà privata del titolo.
Il campionato comincia l’11 settembre 2004. Ben 20 squadre al via: non accadeva dal 1952. Numerose novità: ci sono anche Palermo, Messina e Livorno.
Si rivede, dopo due anni, la Fiorentina precipitata per fallimento in Serie C.
Favorito il Milan d Kakà e Shevchenko, campione in carica.
Fabio Capello lascia improvvisamente la Roma e si trasferisce alla Juventus: è lui il grande ( e discusso) protagonista della nuova stagione. La sua Juve parte ad alta velocità, alla seconda giornata è già in testa, è campione d’inverno con una giornata d’anticipo e- sempre con un turno di anticipo – taglia il traguardo tricolore.
La Juve è però al centro di dure critiche e infinite discussioni per una serie di episodi da moviola sui campi di Cagliari, Roma e soprattutto Verona ( allo stadio Bentegodi) dove non è assegnato un gol valido al Chievo.
Finale caldo sino allo scontro diretto con il Milan, l’8 maggio a San Siro, deciso da una prodezza di Trezeguet dopo uno spettacolare assist di Ale Del Piero. Brilla l’Udinese di Luciano Spalletti, supera di misura la Samp di Novellino e si qualifica per i preliminari di Champions. Benissimo le siciliane Palermo ( che conquista la zona Uefa) e Messina.
Nella lotta per non retrocedere sono coinvolte tredici squadre, tra cui Roma, Lazio e Parma. Scendono in Serie B l’Atalanta, il Breccia e il Bologna.
Quest’ultimo dopo lo spareggio con il Parma.
Sprint anche per la classifica dei cannonieri: vince Lucarelli ( Livorno)  con 24 gol. Secondo Gilardino ( Parma) con 23. >>  

    
SECONDA NEWS ( di Germano Bovolenta) / LA CURIOSITA’? / LA RESA DEI VENTI
( Il presidente della Figc Franco Carraro e il presidente del Catania Luciano Gaucci, protagonisti principali del caso di giustizia sportiva che modificherà la composizione dei campionati )

<< La Serie A si allarga per …colpa della B. O meglio, di una vicenda di fine torneo cadetto 2002-03.
Il difensore Luigi Martinelli del Siena, squalificato per un turno, ha saltato la partita di prima squadra, giocando però con la Primavera, sicché è discutibile la regolarità della sua presenza in campo nel successivo incontro di B, a Catania. Ne nasce un caso senza precedenti.
La Commissione Disciplinare respinge il ricorso del Catania. La Caf ribalta il verdetto: vittoria ai siciliani per 3-0. Le altre otto quadre impegnate nella lotta per la salvezza fanno ricorso, poi ecco il patatrac.
Emergono molti casi-Martinelli nei vari tornei: applicando il metro-Caf, le classifiche sarebbero sconvolte. La Corte Federale si autoproclama terzo grado di giudizio e dà torto al Catania, che però ricorre al Tar e vince: annullata la sua retrocessione.
La Federcalcio resiste, il Tar nomina “commissario ad acta” il ministro dello Sport Giuliano Urbani.
La Federcalcio ricorre al Consiglio di Stato che la boccia. In luglio il Tar di Salerno rispedisce il Catania in C1 per un analogo caso precedente, quello del suo regista Grieco contro il Venezia.
Il 19 agosto 2003 interviene il Governo, limitando i poteri del Tar in materia sportiva a quello del Lazio e consentendo alla Figc di modificare la composizione dei campionati.
Viene scelta una soluzione paradossale: Serie B subito da 20 a 24 squadre ( con promozione della Fiorentina dalla C2) , allargamento della Serie A da 18 a 20 squadre dal 2004-05. >>

TERZA & LAST NEWS ( di Germano Bovolenta) / DIETRO LA LAVAGNA/  BUONASERA DOTTORE
(Riccardo Agricola, medico sociale della Juventus, condannato in primo grado per frode sportiva e somministrazione di Epo, verrà assolto in appello con formula piena)

<<  Una vicenda lunga e  a tratti imbarazzante, quella che vede la Juventus sotto processo per doping: il suo staff medico e dirigenziale sotto accusa, i giocatori a sfilare sul banco dei testimoni non sempre riuscendo a evitare imbarazzi e risposte ambigue.
Tutto è cominciato nell’agosto del 1998, quando Zdenek Zeman si augurò che il calcio uscisse dalle farmacie, aggiungendo di considerare “sorprendenti” le “esplosioni muscolari” di giocatori come Vialli e Del Piero. Il procuratore della Repubblica di Torino, Raffaele Guariniello, aprì un’inchiesta, chiusa il 30 maggio 2001 con la richiesta di rinvio a giudizio del medico sociale bianconero Riccardo Agricola e dell’amministratore delegato Antonio Giraudo, per frode sportiva. Il processo è cominciato il 31 gennaio 2002, ha vissuto una delle sue pagine più clamorose quando il dottor Agricola ha ammesso di aver utilizzato coi giocatori ben 281 specialità farmaceutiche.
Il 26 novembre 2004 si arriva alla clamorosa sentenza: Giraudo viene assolto con formula dubitativa, Agricola viene invece condannato a un anno e 10 mesi di detenzione, più una multa di 2.000 euro per frode sportiva e somministrazione di Epo e farmaci pericolosi.
La tesi della difesa, secondo cui somministrare farmaci a soggetti sani non concretizza l’ipotesi di doping , trionferà però in secondo grado: il 14 dicembre 2005 la Corte d’Appello di Torino chiuderà la vicenda con una assoluzione piena per Giraudo e Agricola.>>   

EXTRATIME by Sergio Sottovia/ La cover è un poker d’assi , formato in senso orario dai giocatori Luca Toni, Fabio Cannavaro,X Y, Cristiano Lucarelli.
Quindi in apertura di fotogallery vi proponiamo le solite canoniche “Tre Cover” della stagione; cioè “I Magnifici Cinque” , quindi la Top 11 ‘su sfondo campo’ della squadra “Campione d’Italia” (i bianconeri della JUVENTUS ) , poi il podio della classifica Cannonieri. Tutto come sempre senza didascalie perché nomi  e cognomi sono incorporati nelle stesse foto-figurine.
Poi soltanto immagini by Almanacco, perché non vogliamo proporvi altre immagini di altri Personaggi Story che abbiamo già personalmente incontrato/raccontato in altre rubriche alle quali peraltro vi rimanda …google o wikipedia by link specifico) direttamente qui su www.polesinesport.it nelle pagine interessate.
Fermo restando che non dimenticherò mai di ringraziare sempre e comunque Germano Bovolenta “Signore” de La Gazzetta dello Sport per avermi concesso la sua specialissima ‘presentazione’ al mio libro Story “Polesine Gol2”.
Anche per questo, con riferimento alla 'scaletta' dell'originale "Campionato io ti Amo", eccovi by Almanacco 2004/2005, tra partenza e arrivo, gli essenziali …passaggi più significativi dell’intera stagione agonistica.
Così partiamo dal classico “SE LA GIOCANO” che in cover snocciola i seguenti protagonisti: Cannavaro, Sullo, Montella, Shevchenko, Ibrahimovic, Del Piero, Chiellini, Miccoli + il presidente Lotito/Lazio + mister Spalletti + , come squadre, LA JUVENTUS E IL MILAN.
Poi , nella rubrica “I COLPI DI MERCATO”, queste sono le figurine Panini dei
“Magnifici Cinque” in senso orario: Fabio Cannavaro/Juventus, Emerson/ Juventus, Zlatan Ibrahimovic/Juventus, Jaap Stam/ Milan, Esteban Matias Cambiasso/Inter.

Quindi per la serie “the winner is” segue la TOP 11 rossonera della JUVENTUS “Campione d’Italia 2004/2005” , mentre sull’Almanacco sono pubblicate in formato ridotto anche tutte le ‘altre’ FORMAZIONI., sempre su ‘sfondo verde campo di calcio’.
Infine vi proponiamo by podio dei Capocannonieri ‘the winner’ Cristiano Lucarelli/Livorno (24 reti) tra il secondo Alberto Giladino ( Parma, 23 reti) e Vincenzo Montella ( Roma, 21 reti).
Sottolineando altresì che sull’Almanacco ci sono tutte le Classifiche della Serie A e Serie B estremamente analitiche, mentre Germano Bovolenta evidenzia “La Curiosità” ( LA RESA DEI  VENTI) e L’Uomo dell’Anno ( Emerson/ Juventus),
Sostanzialmente tutti i “Protagonisti Principali” raccontati  peraltro nelle Tre Speciali Rubriche by Germano Bovolenta e che vi abbiamo proposto in questa “Ventisettesima Puntata” del suo personalissimo Almanacco a corredo dei famosi 30 Dvd intitolati “Campionato io ti amo”.


Germano Bovolenta ( giornalista de La Gazzetta dello Sport)

www.polesinesport.it