“30 Anni del Campionato più bello del mondo” in Dvd by Germano Bovolenta/ MILAN 2003-04 Campione d’Italia


30/03/2014

Altra puntata del Terzo Millennio , cioè campionato 2003/2004 , che raccontiamo come 26esima tappa di questo nostro affascinante viaggio lungo trent’anni.
Una stagione agonistica che ha visto la vittoria rossonera nel “Campionato più bello del mondo” ; vinto alla grande dal MILAN di Carlo Ancelotti e raccontato by Germano Bovolenta ‘Signore della Rosa’, alias La Gazzetta dello Sport.
Tutto estrapolato by “Almanacco” a compendio dei “30 Speciali Dvd” che ho visto e rivisto e ancor più visto e piaciuto tappa per tappa, non speedy ma slowly per memorizzare meglio i suoi “Trent’anni” targati “Io ti Amo”.
E per un campionato che ha proposto un trio prestigioso sul podio ( ORO strameritato by MILAN, quindi ARGENTO by ROMA , poi BRONZO bianconero by JUVENTUS) ,mentre in sequenza e a completamento della TOP TEN troviamo Internazionale, Parma, Lazio, Udinese, Sampdoria, ChievoVerona, Lecce.
Tra conferme e novità , per quel che riguarda le protagoniste di una stagione che oltre ad aver regalato alla Storia del Calcio il MILAN winner , ha messo ancora in mostra il ChievoVerona di mr Luigi Delneri ma anche il Lecce di Delio Rossi.
Tutte ‘eccellenze’ di cui vi parleremo, insieme ad altre, in questa “Ventiseiesima” puntata del “Campionato più bello del mondo” , cioè quello italiano che La Gazzetta dello Sport ha ‘messo in mostra’ nei suoi 30 speciali Dvd che hanno avuto la speciale supervisione di Germano Bovolenta.
Peraltro un campionato proposto in maniera tecnologica ed estremamente professionale by La Gazzetta dello Sport, che con gran piacere ho personalmente visto e rivisto, con tanto di fermo immagine su diversi Personaggi Story che peraltro qui su www.polesinesport.it si sono meritati specifici approfondimenti, nonché particolari link by wikipedia.
Anche per questo eccovi come tutte le settimane e in sequenza cronologica, questo significativo ‘racconto ’ tratto dall’Almanacco stagionale, che stavolta in cover e nel “SE LA GIOCANO” snocciola i nomi dei “Tredici-Giocatori- Tredici” più la squadra winner IL MILAN
Fermo restando che Germano Bovolenta, “Signore della Rosa”, all’interno dell’ALMANACCO ha caratterizzato ‘a modo suo’ ogni stagione tra titolo e focus.
Un Almanacco dove altresì segnaliamo puntualizzate così in sequenza le rubriche “I COLPI DI MERCATO: I MAGNIFICI CINQUE”, e “TUTTE LE FORMAZIONI- ROSE E PRESENZE”, quindi i “CANNONIERI” , la CLASSIFICA DELLA SERIE A e LA CLASSIFICA DELLA SERIE B , poi LA CURIOSITA’ e  L’UOMO DELL’ANNO ed infine il “DIETRO LA LAVAGNA”.
Rimandandovi per parte nostra, all’Extratime per qualche altro dato di riferimento all’ Almanacco 2003/2004, mentre vi proponiamo tout court questa “Ventiseiesima” delle 30 tappe del nostro viaggio, mettendo su podio Germano Bovolenta e i ‘suoi’ Protagonisti.
Ma senza dimenticare le seguenti società retrocesse: Modena, Empoli, Ancona e Perugia.
Quest’ultima dopo spareggio contro la 6^ di Serie B con i seguenti risultati: Perugia-Fiorentina 0-1 il 16.06.2004 e Fiorentina – Perugia 1-1 il 20.6.2004

MAIN NEWS/ ( di Germano Bovolenta) / ARRIVA KAKA’, MILAN RECORD
<<  Anno Milan, anno pieno di record, magie  e colpi di scena. I rossoneri, campioni d’Europ (detentori anche della coppa Italia e della Supercoppa Europea) in carica, propongono una deliziosa novità: un brasiliano di 21 anni , Ricardo Izecson Dos Santos Leite detto Kakà.
Il ragazzo si rivela subito un giocatore completo, un vero campione.
Diventa titolare, gioca 30 partite e segna 10 gol.
L’euro Milan è campione d’inverno assieme alla Roma. Poi batte i giallorossi all’Olimpico, infila sette vittorie consecutive e conquista lo scudetto con 11 punti di vantaggio sulla seconda, la stessa Roma. I rossoneri arrivano al titolo con due giornate di anticipo: i giallorossi sono gli ultimi ad arrendersi a San Siro.
Gol di Shevchenko su passaggio di Kaka. Sheva vince anche la classifica dei cannonieri con 24 gol.
Secondo Gilardino del Parma con 23, centravanti di razza destinato al successo. E al Milan.
Terza la Juve  di Marcello Lippi, poi l’Inter. I nerazzurri sono ancora al centro delle polemiche. Allenati da Hector Cuper, cominciano come sfidanti del Milan, brillano in Europa ( esaltante successo sul campo dell’Arsenal) ma dopo sei turni sono soltanto ottavi.
Il presidente Moratti esonera Cuper e affida (settima giornata) la squadra ad Alberto Zaccheroni. Non basta, l’Inter esce dalla Champions, dalla Coppa Italia ed è soltanto quarta in campionato. 
Scendono in serie B Ancona, Empoli, Modena e Perugia. Quest’ultima dopo lo spareggio con l Fiorentina. Il Perugia stupisce ancora una volta il campionato: dopo aver importato giocatori da Giappone, Ecuador, Iran, Cina e Corea del Sud ingaggia il figlio del colonnello Gheddafi , leader della Libia.
Si chiama Saadi, ha trent’anni, è azionista della Juve, ma non possiede il passo per la serie A.
L’allenatore Cosmi gli concede una piccola soddisfazione: lo fa giocare 15 minuti, proprio contro la Juve.>>  

    
SECONDA NEWS ( di Germano Bovolenta) / LA CURIOSITA’? / UNO, NESSUNO, CENTOMILA
 ( Alberto Gilardino vive con la maglia del Parma la stagione della definitiva consacrazione, un 2003-04 da ricordare anche per il titolo europeo con l’Under 21 e il bronzo olimpico )

<< Tanti personaggi in un solo giocatore, sarebbe piaciuto a Pirandello.
Numero uno: un “eroe” civile. 26 aprile 2001, Alberto Gilardino, alla guida della sua Golf, di ritorno da una cena a Jesolo con tre amici, abbagliato dai fari di un camion, perde il controllo e finisce nel fiume Sile; ha una frattura allo sterno , eppure vince il dolore e shock e prima che il veicolo si inabissi riesce ad aprile le portiere e salvare i compagni di viaggio.
Numero due: il narciso. Il “Gila” , come lo chiamano i compagni, è cresciuto nello Splendor di Biella, allenato dal padre Gianfranco, poi, dopo la scuola granata del Green Toro, Beppe Bonetto lo ha portato alle giovanili del Piacenza, con cui a 17 anni ha esordito in A.
Ecco: le prime partite mostrano un esile attaccante terribilmente bravo ed elegante, ma privo di mordente. Sembra proprio un narciso, ma è solo timidezza agonistica.
Numero tre: il bomber.  Ha fatto gavetta a Verona, tante partite, pochi gol, ne ha fatto a Parma dove finalmente quest’anno esplode il cannoniere in tutta la sua tremenda efficacia: 23 gol in 34 partite, l’Under 21 trascinata a suon di gol al trionfo europeo e poi alla medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atene.
Quarto personaggio: l’escluso. Il miglior bomber italiano, secondo solo a  Shevchenko in A, può restare fuori dalla Nazionale agli Europei? Sembra un paradosso, ma Trapattoni decide così, contro il parere generale.
E finisce a gambe all’aria. Mai come questa volta ha ragione chi … sta fuori.>>

TERZA & LAST NEWS ( di Germano Bovolenta) / DIETRO LA LAVAGNA/  UN PORTIERE GENEROSO
( Il portiere del Siena, Generoso Rossi, squalificato per un anno dalla giustizia sportiva per lo scandalo scommesse partito da un’indagine della procura di Napoli)

<< Sembra un film già visto: la Procura ella Repubblica di Napoli, nell’ambito di una indagine sulla camorra, registra l’esistenza di <<una articolata organizzazione che ha certamente condizionato i risultati e, dunque, la classifica del campionato in corso relativamente alla Serie A, B e C>>.
In prima pagina finisce Generoso Rossi, portiere del Siena in rotta col suo club: chi dice che sia finito fuori rosa, chi che abbia rescisso il contratto. Con lui, i compagni D’Aversa e Ventola, Bettarini della Sampdoria e altri personaggi minori, più 12 club sotto indagine, tra cui, in Serie A, Chievo, Lecce, Reggina e lo stesso Siena. Per settimane si susseguono perquisizioni nella sede dei club e nelle abitazioni di giocatori, e interrogatori di allenatori e calciatori. Sembra l’avvio di un nuovo terremoto, all’inizio di giugno all’inchiesta penale si aggiunge quella sportiva della Federcalcio, che il 12 luglio porta alla conoscenza del nome di due arbitro coinvolti: Palanca e Gabriele.
Il 9 agosto vengono emessi 33 deferimenti per giocatori, allenatori, dirigenti e 12 club. Il processo si apre il 18 agosto a Milano.
A fronte di pesanti richieste di condanna, la sentenza finale del 25 agosto disintegra il castello dell’accusa: condannato il Modena a 5 punti di penalizzazione ( che nei successivi gradi si ridurranno a uno), squalificati il modenese Marasco per 3 anni, Generoso Rossi per un anno, D’Aversa per 6 mesi, più condanne minori.
La montagna ha partorito il topolino.>>           



EXTRATIME by Sergio Sottovia/ La cover è un biliardino di calcetto , con in prima fila , come attaccanti il trio Rocchi/Lazio, Shevchenko/Milan, Gilardino/Parma.
Poi in apertura di fotogallery vi proponiamo le solite canoniche “Tre Cover” della stagione; cioè “I Magnifici Cinque” , quindi la Top 11 ‘su sfondo campo’ della squadra “Campione d’Italia” (i rossoneri del MILAN ) , poi il podio della classifica Cannonieri. Tutto come sempre senza didascalie perché nomi  e cognomi sono incorporati nelle stesse foto-figurine.
A seguire soltanto immagini by Almanacco, perché non vogliamo proporvi altre immagini di altri Personaggi Story che abbiamo già personalmente incontrato/raccontato in altre rubriche alle quali peraltro vi rimanda …google o wikipedia by link specifico) direttamente qui su www.polesinesport.it nelle pagine interessate.
Fermo restando che non dimenticherò mai di ringraziare sempre e comunque Germano Bovolenta “Signore” de La Gazzetta dello Sport per avermi concesso la sua specialissima ‘presentazione’ al mio libro Story “Polesine Gol2”.
Pertanto, con riferimento alla 'scaletta' dell'originale "Campionato io ti Amo", eccovi by Almanacco 2003/2004, tra partenza e arrivo, gli essenziali …passaggi più significativi dell’intera stagione agonistica.
Partendo dal classico “SE LA GIOCANO” che in cover snocciola i seguenti protagonisti:
Rocchi, Chevanton, Pecchia, Adriano, Stankovic, Gattuso, Totti, Cassano, Gilardino, Caracciolo, Shevchenko, Iaquinta, Flachi + IL MILAN winner.
Quindi, nella rubrica “I COLPI DI MERCATO”, queste sono le figurine Panini dei
“Magnifici Cinque” in senso orario: Le Grottaglie/Juve, Adriano/Inter, Christian Chivu/Roma, Kakà/Milan, Stephen Appiah.
Poi per la serie “the winner is” segue la TOP 11 rossonera del MILAN “Campione d’Italia 2003/2004” , mentre sull’Almanacco sono pubblicate in formato ridotto anche tutte le ‘altre’ FORMAZIONI., sempre su ‘sfondo verde campo di calcio’.
Inoltre vi proponiamo by podio dei Capocannonieri ‘the winner’ Andrey Shevchenko (Milan, 24 reti) tra il secondo Alberto Gilardino (Parma, 23 reti) e il terzo classificato Francesco Totti (Roma, 20 reti).
Segnalando peraltro che sull’Almanacco ci sono tutte le Classifiche della Serie A e Serie B estremamente analitiche, mentre Germano Bovolenta evidenzia “La Curiosità” ( UNO, NESSUNO, CENTOMILA) e L’Uomo dell’Anno ( Ricardo Kakà/ Milan),
Praticamente tutti i “Protagonisti Principali” raccontati  peraltro nelle Tre Speciali Rubriche by Germano Bovolenta e che vi abbiamo proposto in questa “Ventiseiesima Puntata” del suo personalissimo Almanacco a corredo dei famosi 30 Dvd intitolati “Campionato io ti amo”.


Germano Bovolenta ( giornalista de La Gazzetta dello Sport)

www.polesinesport.it